L’allarme è stato lanciato dall’agenzia statale ucraina per la gestione della zona di esclusione

Con la ritirata delle truppe russe dalle zone centrale e occidentale dell’Ucraina emergono novità preoccupanti su quanto accaduto nelle settimane dell’occupazione dell’esercito di Mosca.

In particolare a Chernobyl dove i militari del Cremlino erano entrati già nei primi giorni del conflitto dimostrando che la centrale nucleare dismessa, così come quelle in funzione in tutto il Paese, rappresentavano degli obiettivi strategici per Putin. 

Ebbene, secondo l’Agenzia ucraina per la gestione della zona di esclusione di Chernobyl, i militari russi avrebbero rubato 133 sostanze altamente radioattive dai laboratori di ricerca della centrale.

“Anche una piccola quantità di queste sostanze – avverte l’agenzia statale ucraina – è mortale e gestita in modo non professionale”.  “Al momento – continua la nota ufficiale – non è stata resa nota la posizione delle sostanze rubate”. Né chiaramente è possibile sapere quali siano i motivi di questo furto.

Livelli di radioattività molto elevati intorno a Chernobyl

Nelle settimane di permanenza dell’esercito russo all’interno della centrale nucleare dismessa di Chernobyl e nella zone contigua, i militari di Putin hanno scavato trincee e cercato di costruire fortificazioni.

Una decisione assai pericolosa perché ciò è avvenuto all’interno della cosiddetta Foresta Rossa, cioè quella zona tutto intorno al reattore 4 esploso nel 1986 che nei mesi successivi al disastro fu interessata dalla morte di tutta la vegetazione presente a causa dell’altissimo livello di esposizione alle radiazioni.

Nella zona di esclusione, dunque, dove i russi hanno scavato e costruito trincee, al momento del loro ritiro “sono stati registrati livelli anormalmente elevati di radiazioni”, secondo quanto scritto dalla società statale ucraina per l’energia nucleare Energoatom.

Il capo dell’Energoatom, Petro Kotin, insieme a altri specialisti ha visitato una delle aree della foresta appena liberata dall’occupazione russa e ha spiegato che quei soldati mandati da Putin and Co. a scavare nella zona soggetta a radiazioni dovranno affrontare “malattie da radiazioni di varia gravità per i prossimi 30 giorni”.

Calano i costi delle materie prime alimentari ma al supermercato i prezzi restano alti

Articolo precedenteModa, brand come H&M e Nike aumentano le emissioni di CO2 ma dichiarano il contrario
Articolo successivoGiornata nazionale del mare 2022, una risorsa da preservare