Guadagnino. Vittoria per “Call me by your name“, che con due Gotham si aggiudica film dell’anno e attore rivelazione (Timothée Chalamet). Regia di Luca Guadagnino, un successo tutto italiano sbarca al box office USA collocandosi al tredicesimo posto per l’incasso di 404mila dollari in quattro sale di Los Angeles e New York.

Dopo le sei nomination agli Spirit Awards, continua l’ascesa agli Oscar per il film tratto dall’omonimo romanzo di André Aciman. L’amore estivo tra il diciassettenne Elio (Timothée Chalamet) e il ventiquattrenne Oliver (Armie Hammer) si colloca in un’Italia anni ’80. È l’ incontro tra due anime diverse, quella inquieta del musicista Elio e quella disinvolta dell’affascinante ricercatore Oliver, la cui unione è un richiamo alla bellezza della gioventù e alle passioni estive.
Grandi elogi dalla critica internazionale che ne parlano come di un capolavoro, cult del romanticismo, acuto e sensuale. Guadagnino lamenta però di non essere riconosciuto del nostro Paese. Se sarà più apprezzato lo vedremo nei cinema l’8 febbraio.

Articolo precedenteROMA, PARTE OGGI L’ ISOLA DELLA SOSTENIBILITÀ. EDUCARE E FORMARE LE NUOVE GENERAZIONI
Articolo successivoRASSEGNA AMBIENTE 24.11.17