Un modo impegnativo, ma salutare di guadagnare premi e buoni sconto.

Guadagnare camminando. Sembra fantascienza, ma è realtà. Sono sempre di più le app ideate per incentivare le persone a muoversi di più, adottando stili di vita salutari basati sull’esercizio fisico. In base ai tragitti percorsi a piedi, infatti, è possibile ottenere buoni sconto, voucher e gift card.

Un cannone a onde sonore per contrastare l’inquinamento

La maggior parte delle app in questione richiede un livello minimo di passi da percorrere per raggiungere un obiettivo, a cui è associato sempre un determinato compenso. Alcune di queste app si basano sul tracciamento Gps per calcolare la distanza percorsa (oltre a dati come le calorie bruciate), altre invece (come ad esempio Google Fit) si affidano ai dati ricevuti tramite apposite piattaforme e non utilizzando il tracciamento satellitare hanno il vantaggio di ridurre il consumo della batteria dello smartphone.

ENEA, dai vecchi cellulari le materie prime per nuovi dispositivi elettronici

Ecco alcuni esempi pratici. Sweatcoin è un’app che si attiva tramite Gps e permette di guadagnare buoni per l’acquisto di audiolibri, scarpe da ginnastica, prodotti hi-tech e miglia aeree. Funzionando con il Gps, Sweatcoin deve essere utilizzata spostandosi all’aperto. C’è poi Virtuoso, app italiana che premia con voucher e buoni sconto e che è compatibile con Google Fit e con l’app Salute di Apple: non conta solo i passi e le ore, ma consiglia anche la durata del sonno e illustra i dati sui parametri vitali. Non utilizzando il Gps, Virtuoso consente il risparmio energetico per la batteria. Infine, molto in voga è anche WeWard, app creata in Francia ma disponibile anche in Italia: conta i passi in maniera automatica e può essere utilizzata in modo molto semplice.

Articolo precedenteGufi, la scienza studia le loro ali per creare aerei meno rumorosi
Articolo successivoCovid, il vaccino non influisce sulla fertilità ma il virus sì. Lo studio