Breaking News

Greta e Malala insieme a Oxford, la foto simbolo del coraggio e del cambiamento

Condividi

L’attivista climatica Greta Thunberg ha incontrato il premio Nobel per la pace Malala Yousafzai in Gran Bretagna. La 17enne svedese si è recata al campus dell’Università di Oxford dove la 22enne attivista pakistana studia filosofia, politica ed economia.

È l’unica amica per cui salterei la scuola“, ha scritto su Twitter Malala Yousafzai, attivista per la difesa dei diritti civili e all’istruzione, condividendo una foto nella quale compaiono insieme su una panchina del parco.

Greta Thunberg da parte sua ha pubblicato due foto dell’incontro su Twitter: “Quindi… oggi ho incontrato il mio modello. Che altro posso dire?”. Greta ha visitato Oxford mentre era diretta a Bristol, dove è attesa per la protesta sul clima di venerdì, e ha parlato anche con gli studenti. “Scienza, voto, limiti della protesta, disinvestimento, zero reale e zero netto e molto altro“: gli argomenti affrontati secondo quanto riferito dal preside del College Alan Rusbridger.

Greta Thunberg, un 2019 green all’insegna del “potere della gioventù”

Un incontro tra le due ragazze era inevitabili, due combattenti che hanno iniziato la loro lotta giovanissime.

Greta ha iniziato a scioperare a 16 anni, sola con un cartello “Sciopero per il clima”, davanti al Parlamento svedese, lanciando il movimento Fridays For Future. Da allora ha scatenato un’ondata green di milioni di persone che nelle piazze di tutto il mondo hanno incominciato a scioperare contro i cambiamenti climatici. E’ stata candidata per la seconda volta al premio Nobel per la Pace.

Clima, non solo Greta. Chi sono le altre influencer green

Malala aveva poco più di 11 anni quando ha aperto un blog per documentare il regime dei talebani pakistani, di cui è stata vittima nel 2012 in un attentato in cui ha rischiato la vita, e a 16 anni ha pronunciato per la prima volta un discorso nel palazzo di vetro di New York delle Nazioni Unite. Ha vinto nel 2014 il Premio Nobel per la Pace

(Visited 936 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago