Green Pride 2018. Qualis ono le best practice italiane premiate. E-mobility, turismo sostenibile e cooperazione internazionale.

Sono le tre best practice italiane premiate con il Green Pride 2018 dalla Fondazione UniVerde, presieduta dall’ex Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, Alfonso Pecoraro Scanio, e ZapGrid, progetto sviluppato dalla E.S.Co. G.M.T. S.p.A., presieduta da Gianfranco Nicolé.

Nato nel 2011 per valorizzare le best practice di green economy in Italia, il “Green Pride” sostiene le realtà che danno un contributo concreto per uscire dalla crisi del vecchio modello economico, basato sui combustibili fossili, e per creare nuova occupazione e green jobs, una migliore qualità della vita in armonia con l’ambiente naturale e per affermare un nuovo modello basato sul binomio innovazione–sostenibilità.

“A partire dall’affermazione di un nuovo modello di economia basato sulle tecnologie green e su progetti solidali di cooperazione internazionale, abbiamo il dovere di affrontare e vincere le sfide per il raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità previsti dall’Agenda 2030 – dichiara il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, che poi spiega come “ promuovere la diffusione della cultura della sostenibilità significa mettere al centro della crescita del Paese la vera green economy per dare nuova occupazione, creare strumenti per le comunità rurali più svantaggiate, garantire modelli di consumo e produzione responsabili per la tutela consapevole dell’ecosistema terrestre”.

Progetto ambizioso, è quello ideato dalla società G.M.T. S.p.A. per il settore della E-mobility:

ZapGrid è il nuovo sistema di gestione delle colonnine di ricarica dei veicoli elettrici che permette l’interoperabilità tra le infrastrutture di ricarica gestite da operatori differenti, proponendosi come risposta al limite della diffusione, su larga scala, della mobilità elettrica in Italia. Fruibile con smartphone tramite una semplice App, ZapGrid mette in rete le stazioni di ricarica rendendole accessibili a tutti, in un’ottica di E-mobility smart.

“Oggi esco da questo incontro molto orgoglioso e soddisfatto del lavoro che stiamo facendo per rispondere alla domanda latente, strettamente legata alle problematiche evidenziate dall’Agenda 2030: come possiamo limitare o addirittura ridurre gli impatti ambientali di una società in continuo sviluppo, senza rinunciare alla crescita tecnologica inevitabilmente legata a una richiesta sempre maggiore di energia? – dichiara il Presidente di G.M.T. S.p.A. Gianfranco Nicolè –  la nostra società è nata proprio per rispondere a questa domanda, con la consapevolezza che ogni criticità rappresenta una opportunità per scardinare modus operandi consolidati nel tempo, non più ecosostenibili, e proporre alternative che lo siano. La nostra mission consiste proprio nello sviluppare soluzioni nuove, economiche che tutelino l’ambiente e che siano accessibili a tutti. Come E.S.Co. stiamo investendo in progetti di sostenibilità ambientale ed efficientamento energetico, collaborando con realtà come quelle che abbiamo avuto il piacere di premiare oggi e che hanno come noi il coraggio di porre le basi per un nuovo domani”.

 

Riconoscimenti “Green Pride” 2018 a:

  • Sonepar Italia, per aver sviluppato progetti nel mercato dell’e-mobility contribuendo all’incremento dell’installazione di infrastrutture di ricarica (ha ritirato il “Green Pride” Sergio Novello);
  • Coltivatori di Emozioni, prima piattaforma di digital farming italiana, per aver ideato un nuovo ciclo produttivo responsabile a sostegno dell’ambiente e delle microeconomie locali (ha ritirato il “Green Pride” Paolo Galloso);
  • Slow Tradeper il “Progetto Kyondo”, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita delle famiglie produttrici di caffè della comunità del Tuungane, creando una rete economica indipendente ed ecosostenibile (ha ritirato il “Green Pride” Giovanni Salvaggio).
Articolo precedenteWEEKEND A ROMA, COSA FARE. TUTTI GLI EVENTI DEL 3 E 4 MARZO 2018. DOMENICA MUSEI GRATIS
Articolo successivoELEZIONI 2018, INSEDIATI 61.552 SEGGI. 46 MILIONI OGGI VOTANO ORE 7-23