Grasso lancia “liberi e uguali”, Renzi: “comanderà D’Alema”. 

“Martedì proporrò alla conferenza dei capigruppo del Senato di porre all’ordine del giorno la legge sul fine vita: troveremo una maggioranza per approvarla” – così Luigi Zanda, capogruppo Pd al Senato, annuncia la mossa del Segretario Matteo Renzi per andare incontro alla sinistra e siglare l’alleanza con Giuliano Pisapia.

Nulla da fare, almeno per il momento, per lo Ius Soli, “i numeri – spiega Zanda – non sono rassicuranti”.

L’annuncio dei dem arriva nello stesso giorno in cui Mdp, Sinistra Italiana e Possibile danno vita ad una lista unitaria per le prossime elezioni, “Liberi e uguali”, che avrà il Presidente del Senato Pietro Grasso.

Ed è proprio dal palco di Liberi e Uguali che Civati punge Pisapia, leader di Campo Progressista: “Giuliano – dice – dove campo vai?”
L’obiettivo di Renzi è che la nuova lista unitaria non superi il 5% alle urne.

Una battaglia che il segretario dem combatte con le ragioni del voto utile e con candidati forti nei collegi.

“Noi siamo rispettosi ci ciò che avviene alla nostra sinistra, certo ci dispiace. A Grasso faccio in bocca a lupo. Poi bisogna capire se comanderà Grasso o D’Alema” – ha commentato Matteo Renzi ospite di “Che tempo che fa”, spiegando che far votare in un collegio per la sinistra radicale, significa fare un favore a Salvini o Berlusconi.

Ma il presidente del Senato è pronto a combattere la battaglia. Nel suo intervento di chiusura ha infatti spiegato “Fare politica è un onore, non una vergogna. L’unico voto utile è per chi costruisce speranze portando in Parlamento i bisogni e le richieste della metà d’Italia che non vota.

C’è in gioco il futuro dell’Italia e questa è la nostra sfida: battersi perchè tutti, nessuno escluso siano liberi e uguali”.

Articolo precedenteMALTA, GALIZIA CARUANA, ARRESTATI I SOSPETTATI DELL’ASSASSINIO
Articolo successivoCHAMPIONS E EUROPA LEAGUE. LE PARTITE IN CHIARO