Nello zoo di Chester, nel Regno Unito, è partita la sperimentazione di un vaccino contro l’herpes che sta colpendo diversi elefanti portando alla morte di alcuni esemplari.

Nello zoo di Chester, in Gran Bretagna, è in corso una vera e propria emergenza sanitaria tra gli esemplari di elefanti che, sempre più numerosi, vengono infettati dal virus Eehv, cioè l’Elephant endotheliotropic herpesvirus haemorrhagic disease.

I sintomi sono simili all’herpes che colpisce gli esseri umani: vescicole intorno alla bocca e sul naso (sulla proboscide, nel caso degli elefanti). Ma a preoccupare maggiormente i sanitari dello zoo britannico è che se a infettarsi è un cucciolo sotto i cinque anni, il virus lo porta quasi sempre alla morte.

Come racconta la BBC, per questo motivo all’interno dello zoo è in atto una corsa contro il tempo alla ricerca di un vaccino contro il virus dell’herpes che colpisce gli elefanti.

Sorpresa in Russia, dopo 50 anni si rivede il leopardo delle nevi

“Non potendo prevenire l’infezione cerchiamo un vaccino capace di contrastare i sintomi della malattia e prevenire la morte”, ha dichiarato il professor Falko Steinbach dell’università del Surrey, che coordina le ricerche sul vaccino.

Protezione delle api, nel Regno Unito mattoni-alveari nei palazzi per riportarle in città

Il virus all’interno dello zoo della città di Chester ha provocato la morte di ben sette cuccioli di elefante dal 2010 ad oggi.

Il motivo per cui il virus causi una malattia così grave nei cuccioli è ancora da scoprire. Gli scienziati impegnati nella ricerca del vaccino stanno cercando di capire anche l’origine del virus con lo scopo di poter ipotizzare una cura per gli individui già infetti.

Cavallucci marini, clima e inquinamento riescono a distruggere anche l’amore eterno

Articolo precedenteLazio, l’assessora all’Ambiente Lombardi: “In Regione non ci saranno nuove centrali a gas”
Articolo successivoSan Valentino, sempre più italiani cercano regali ecosostenibili per i propri partner