Governo, lunedì nuove consultazioni di Mattarella. Salvini pronto a chiedere il pre incarico. Matteo Salvini si dice pronto a chiedere un pre-incarico a Sergio Mattarella, per verificare la possibilità di far nascere un governo da lui presieduto.

Due, le condizioni irrinunciabili: la coalizione (quella di centrodestra) va considerata nel suo insieme e l’unico interlocutore a cui il Carroccio si rivolge resta il Movimento Cinque Stelle.

Nonostante i duri attacchi dei giorni scorsi, Salvini tende ancora la mano a Luigi Di Maio: “sono pronto a sedermi subito al tavolo con lui” – dice.
Il capo politico del MoVimento 5 Stelle intanto, ribadisce che “non è possibile nessun governo del cambiamento con Berlusconi e il centrodestra” e chiede il ritorno alle urne.
Oggi, la direzione del Pd.

Il dibattito, a quanto si apprende, più che sul governo, sarà sugli equilibri interni dopo le parole di Matteo Renzi.

In ogni caso, evitare una conta interna e la conseguente spaccatura, è l’obiettivo comune.

Il Capo dello Stato intanto, ha indetto nuove consultazioni per lunedì prossimo: “a distanza di due mesi le posizioni di partenza dei partiti sono rimaste immutate. Non è emersa alcuna prospettiva di maggioranza di governo. Nei giorni scorsi è tramontata anche la possibilità di una intesa tra il M5s e il Pd. Il presidente Mattarella svolgerà nuove consultazioni, in un’unica giornata, quella di lunedì per verificare se i partiti propongano altre prospettive di maggioranza di governo” – rende noto il Quirinale.

Nessuno – è il punto fermo del Qurinale – verrà inviato in Parlamento senza avere in tasca un accordo con numeri certi.

L’obiettivo del Presidente della Repubblica, è quello di evitare il voto anticipato, non solo a giugno ma anche ad ottobre, visto che in quel periodo cade anche la legge di bilancio ed il Colle ha tutto l’interesse che i conti siano in sicurezza per evitare l’esercizio provvisorio.

Per questo, se non si dovessero aprire nuove prospettive, Mattarella potrebbe ragionare su un governo di tregua.

Articolo precedenteBICIROMA 2018, UN WEEKEND ALL’INSEGNA DELLA MOBILITA’ SOSTENIBILE
Articolo successivoCIBUS 2018, PARMA. TORNA L’EVENTO DI RIFERIMENTO DELL’AGROALIMENTARE ITALIANO