GOVERNO, DI MAIO E SALVINI CHIEDONO ALTRO TEMPO A MATTARELLA. DA SCIOGLIERE NODO PREMIER

Governo, Di Maio e Salvini chiedono altro tempo a Mattarella. Da sciogliere nodo premier. Luigi Di Maio e Matteo Salvini chiedono altro tempo al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per la formazione del nuovo Governo.

“Il M5S è consapevole delle scadenze internazionali, ma chiede qualche altro giorno perchè si sta scrivendo il programma di governo per cinque anni” – dice Luigi Di Maio al termine delle Consultazioni al Quirinale.

Non stiamo questionando sui nomi ma stiamo molto più costruttivamente discutendo anche animatamente sula idea di Italia” – dice invece il leader della Lega Matteo Salvini – “se io vado al governo – prosegue il leader del Carroccio – voglio fare quel che ho promesso di fare su cui gli italiani mi han votato, sulla Fornero, evitare l’aumento dell’Iva, ridurre le accise sulla benzina, sull’immigrazione su cui Lega e M5s partono da notevole distanza: nel rispetto dei diritti umani e dei trattati mi rifiuto di pensare all’ennesima estate e autunno del business dell’immigrazione clandestina in saldo. Se andiamo al governo vogliamo mano libera per tutelare sicurezza italiani, anche con la legge legittima difesa”.

Non è chiuso l’accordo fra M5s e Lega, restano da sciogliere alcuni nodi sui contenuti del programma ed il nome del premier.

Molti i nomi che circolano nelle ultime ore, come quello dell’economista Giulio Sapelli che aveva dato la sua disponibilità ma ha ricevuto lo stop di M5s.

Di Maio si dice orgoglioso delle interlocuzioni e soddisfatto del clima che si respira, soprattutto dei punti che si stanno portando a casa su temi come la legge Fornero, la lotta agli sprechi, la lotta alla corruzione, il carcere per chi evade, il fisco”.

“Se saremo abbastanza bravi a trovare la quadra si parte senza problemi, ma non vogliamo prendere in giro il presidente della Repubblica e gli italiani” dicendo che c’e’ l’accordo “quando su qualche punto importante come le infrastrutture ci sono ancora visioni diverse” – dice ancora Matteo Salvini al Quirinale – “il tema giustizia è centrale: processi più brevi, anche su questo partiamo da posizioni differenti e io sono in questa veste non solo da leader della Lega, perchè non voglio rompere l’alleanza di centrodestra”.

I “giorni in più” serviranno, come conferma lo stesso capo politico del M5S, a consultare gli iscritti del MoVimento.

Il contratto di governo “sul modello tedesco, mette dentro i punti programmatici delle due forze” M5s e Lega – dice Di Maio – “noi lo sottoporremo ai nostri iscritti con un voto online che sarà chiamato a decidere se far partire questo governo con questo contratto o no”.

Prima delle Consultazioni informali al Quirinale, i due leader si erano incontrati alla Camera.

C’è da lavorare ancora“, aveva detto il leader del Carroccio arrivando a Montecitorio.

Tempo che il Quirinale é disposto a concedere. Nessun ostacolo alla nascita del Governo M5s-Lega, se serve piu’ tempo lo avranno, l’importante é far partire la legislatura.

 

 

(Visited 29 times, 1 visits today)

Leggi anche