Politica

GOVERNO, NEL DISCORSO DI CONTE AL SENATO ANCHE TUTELA AMBIENTALE ED ECONOMIA CIRCOLARE

Condividi

Governo Conte. Questa mattina nell’Aula del Senato, il discorso del presidente del Consiglio Giuseppe Conte su cui l’Assemblea si esprimerà questa sera con il voto di fiducia. Tra i temi trattati anche la tutela dell’ambiente.

“Sono un cittadino che si è dichiarato disponibile a formare e dirigere il governo del cambiamento, porterò aventi il mio lavoro con onestà e spirito di servizio. Sono onorato di mettere a disposizione le mie esperienze per il mio paese”, ha dichiarato Conte ribadendo nuovamente di rappresentare “l’avvocato di tutto il popolo italiano”:

“Con questo spirito e questa consapevolezza oggi ci presentiamo a voi per chiedere la fiducia a favore non solo di una squadra di governo ma di un progetto per il cambiamento dell’Italia, formalizzato sotto forma di contratto dalle due forze politiche che formano la maggioranza parlamentar

Gli obiettivi di Conte sono la crescita con il rispetto dei principi dettati dalla Costituzione ripartendo dai diritti sociali. “Ascolto , esecuzione  e controllo”, sono le fasi con cui il nuovo governo lavorerà.  “Abbiamo apportato un cambiamento radicale coinvolgendo il popolo. Non esistono partiti politici con sistemi ideologici  forti . Il contratto a base di questo governo è stato giudicato di destra e di sinistra, ma preferisco un giudizio sui diritti fondamentali della persona. Si vuole dare attuazione ai valori fondanti della nostra costituzione,  La prima priorità sono i diritti sociali che sono stati smantellati”, continua nel suo discorso.

In materia ambientale,  Conte pone al centro la tutela dell’ambiente e l’economia circolare: “L’azione di governo sarà costantemente incentrata sulla tutela dell’ambiente, sulla sicurezza idrogeologica del nostro territorio, sullo sviluppo dell’economia circolare. Con le nostre scelte politiche ci adopereremo per anticipare i processi, peraltro già in atto, di ‘decarbonizzazione’ del nostro sistema produttivo”- continua-“Non siamo disponibili a sacrificare l’ambiente e il progetto di una blue economy per altri scopi”.

“Non vogliamo assistere passivamente all’evolversi della realtà che ci circonda, magari assecondando gli interessi particolari di singoli attori economici, ma ci impegniamo a governare questi processi aperti all’innovazione tecnologica, nel segno dello sviluppo al servizio dell’uomo”.

E sul tema dell’immigrazione:  “Una riflessione merita la vicenda tragica e inquietante occorsa qualche giorno or sono.  Sacko Soumayla è stato ucciso con un colpo di fucile: era uno tra i mille braccianti, con regolare permesso di soggiorno, che tutti i giorni in questo paese si recano al lavoro in condizioni che si collocano al di sotto della soglia della dignità. A lui e ai suoi familiari va il nostro commosso pensiero. Ma questo non basta. La politica deve farsi carico del dramma di queste persone e garantire percorsi di legalità, che costituiscono la stella polare di questo programma di governo”.

La parola “cambiamento” ricorre spesso nel suo discorso:  “Il cambiamento è in una giustizia rapida ed efficiente e dalla parte dei cittadini, con nuovi strumenti come la class action, l’equo indennizzo per le vittime di reati violenti, il potenziamento della legittima difesa. Cambia che metteremo fine al business dell’immigrazione, cresciuto a dismisura sotto il mantello di una finta solidarietà”

Essere vicini alle famiglie, ai cittadini: “L’obiettivo del Governo è assicurare un sostegno al reddito a favore delle famiglie più colpite dal disagio socio-economico”, un beneficio “commisurato alla composizione del nucleo famigliare e condizionato alla formazione professionale e al reinserimento lavorativo”- continua- “Ci proponiamo, in una prima fase, di rafforzare i centri per l’impiego per sollecitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro con la massima efficienza e celerità possibili. Nella seconda fase, verrà erogato il sostegno economico vero e proprio”.

Il discorso completohttps://youtu.be/i3n-5vTEFqw

 

.

 

(Visited 112 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago