Goji, le bacche che aiutano a dimagrire. Proprietà e benefici

Goji.  Le bacche di goji in oriente sono considerate il frutto della vita e della longevità. Sono un superfood, cioè un cibo super-nutriente ricco di proprietà benefiche. Ecco come consumare le bacche di goji in modo corretto per dimagrire e quali i benefici per  la nostra salute.

Le bacche di goji (Lycium barbarum) sono usate da secoli nella medicina come un farmaco naturale, capace di conservare nel tempo la salute, il vigore fisico e la freschezza mentale anche in tarda età, tanto da meritarsi l’appellativo di “frutto della longevità“, una qualità ormai riconosciuta anche in occidente.

I benefici delle bacche di goji

Sono un frutto rosso, a forma di ciliegia leggermente allungata, che cresce sugli altopiani asiatici di Tibet, Cina e Mongolia, a circa 3.000 m di altezza. La qualità più spiccata delle bacche di goji è l’elevata presenza di antiossidanti che rendono questo frutto un toccasana per tutto l’organismo, perché previene l’invecchiamento di tessuti, organo e apparati. Il contenuto di polisaccaridi permette di mantenere sempre alte le difese immunitarie, soprattutto nel periodo invernale quando ce n’è più bisogno.

Cosa contengono le bacche di goji? Vitamina A e C, tutte le vitamine del gruppo B e fino a 18 aminoacidi essenziali. Un pieno di energia e vitalità, per iniziare bene la giornata e avere a disposizione molti dei nutrienti necessari. Ha un effetto tonico e rivitalizzante e viene consigliato spesso a colazione per dare energia. L’elevata presenza di vitamina A rende le bacche di goji un prezioso aiuto anche per pelle, capelli e unghie.

Le bacche di goji sono adatte anche ai diabetici. Hanno il tasso glicemico più basso tra tutti i frutti, per questo, nonostante siano molto nutrienti e ricche di polisaccaridi, favoriscono il controllo della glicemia. Un’altra caratteristica è l’elevato potere saziante: utilizzate come spuntino, riducono la fame tra un pasto e l’altro e sono particolarmente consigliate a supporto in caso di diete. Di fatto aiutano a tenere sotto controllo il peso corporeo inibendo l’appetito. Fate però attenzione: vanno consumate regolarmente e non in maniera casuale. Se sarete continui, anche la cellulite subirà un duro colpo. Inoltre l’associazione tra LBP, carotenoidi (in particolare betacarotene, luteina e zeaxantina) e vitamina C, oltre ad agire come potente antiossidante e ad aumentare le difese naturali dell’organismo, sembra in grado anche di contrastare le malattie degenerative, sia a livello cellulare che cerebrale, prevenendo la comparsa di degenerazioni cancerogene o patologie come l’Alzheimer.

Proteggono la vista prevenendo le degenerazioni oculari

Grazie alla ricchezza di carotenoidi, in particolare la zeaxantina, le bacche di goji hanno dimostrato anche di esercitare un notevole effetto protettivo contro alcune forme di degenerazione retinica, in particolare contro la degenerazione maculare senile dovuta all’età, riducendo lo stress da ossidazione e contrastando i danni provocati dalle lunghezze d’onda della luce blu.

Come scegliere le bacche di goji

Questo prezioso frutto può essere consumato fresco sotto forma di bacca oppure assumendo l’integratore in capsule. Altra alternativa è il succo fresco di bacche di goji. L’integratore in capsule è utile se serve un rinforzo immunitario in breve tempo o in caso di stanchezza continua, spossatezza o particolare stress. L’estratto secco titolato donerà benefici in poco tempo. L’alternativa è consumare le bacche di goji fresche, come spuntino o prima dei pasti, per ridurre il senso di fame e aumentare il senso di sazietà. Attenzione alla scelta: meglio preferire sempre contenitori oscurati che non lascino passare la luce del sole, per non rischiare che il frutto subisca un processo di ossidazione. Il consiglio nutrizionale è quello di consumare tra 15 e 45 grammi bacche di goji essiccate al giorno o 120 ml di succo di bacche di goji. In alternativa potrete consumare una porzione da 30 grammi di bacche di goji fresche.

Leggenda

Una leggenda legata alle proprietà delle bacche di goji, come elisir di lunga vita, risale al VII secolo, ai tempi della dinastia Tang. Si narra che vicino a un tempio buddista del Tibet vi fosse un pozzo, dove, di tanto in tanto, cadevano in modo naturale bacche di goji. L’acqua del pozzo con il tempo diventò quindi “miracolosa”, regalando agli abitanti del villaggio lunga vita e buona salute.

Lista delle 10  migliore bacche che fanno bene alla salute – SUPERFOOD

(Visited 79 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diretta Live
Diventa Green!