Italpress

Giustizia, Letta “Salvini ha un’altra agenda”

Condividi

ROMA (ITALPRESS) – “Abbiamo oggi un’occasione unica, straordinaria: c’è un Governo come quello Draghi e un ministro, come la ministra Cartabia, che hanno messo la giustizia come obiettivo fondamentale”. Lo ha detto il segretario del Pd, Enrico Letta, ospite di “Sabato 24” su RaiNews24. “L’Europa ci ha detto che i soldi sono condizionati a tre riforme: semplificazioni, riforma del fisco e della giustizia. Tutti sappiamo che la gente non investe in Italia soprattutto perchè la giustizia non funziona e che una giustizia lenta non è giustizia”, ha aggiunto.
Per Letta “il referendum allontana la soluzione, non la avvicina. Penso che l’occasione che abbiamo oggi con Draghi e Cartabia vada colta a tutti i costi. Ho molta fiducia in Cartabia, credo che sia un ministro che, con l’aiuto di Draghi, passerà alla storia per aver superato dopo 30 anni la contrapposizione politica della giustizia”. Incontrare Salvini? “Incontro tutti i componenti della maggioranza senza problemi. Vedo che Salvini ha un’altra agenda su questo punto, pensa che il referendum sia meglio. La mia impressione è che lo fa per evitare di discutere oggi”. Per Letta “il referendum è solo un modo per buttare la palla in calcio d’angolo. Noi siamo per fare subito questa riforma, perchè il Paese non può aspettare”, ha concluso.
(ITALPRESS).

(Visited 17 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago