Breaking News

GIRO D’ITALIA 2018 DOMENICA 27 MAGGIO A ROMA. INFO VIABILITA’

Condividi

Giro d’Italia. Domenica 27 maggio il Giro d’Italia farà tappa nella Capitale. Un percorso lungo 11 chilometri che verrà ripetuto per dieci volte. Una tappa che passerà per via del Quirinale, Trinità dei Monti, via del Circo Massimo, il Colosseo e per via dei Fori Imperiali. Il centro di Roma sarà blindato, ci sarà un ampia green zone che entrerà in vigore alle 19 di sabato 26 maggio: La green zone sarà attiva da piazzale Flaminio al Muro Torto, da via Cavour a piazza dei Cinquecento, da piazza San Giovanni in Laterano a piazza di Porta San Paolo. Dal lungotevere Aventino a Ponte Sant’Angelo. Queste, in dettaglio, le strade che delimiteranno l’area: Piazzale Flaminio – via del Muro Torto – piazzale Brasile – corso d’Italia – via Piemonte – via Antonio Salandra – via Venti Settembre – via Vittorio Emanuele Orlando – via Romita – piazza della Repubblica – via Luigi Einaudi – piazza dei Cinquecento – via Cavour – piazza Esquilino – via Liberiana – via Merulana – piazza San Giovanni in Laterano – via dell’Amba Aradam – largo dell’Amba Aradam – piazza di Porta Metronia – piazzale Metronio – viale Metronio – via delle Mura Latine – viale di Porta Ardeatina – piazzale Ardeatino – viale di Porta Ardeatina – piazza di Porta San Paolo – via Marmorata – piazza dell’Emporio – Ponte Sublicio – lungotevere Aventino – Ponte Palatino – Lungotevere degli Alberteschi – Lungotevere degli Anguillara – Ponte Garibaldi – Lungotevere dei Vallati – Lungotevere dei Tebaldi – Lungotevere dei Sangallo – Lungotevere dei Fiorentini – Piazza Pasquale Paoli – Lungotevere degli Altoviti – Piazza di Ponte S.Angelo – Lungotevere Tor di Nona – Piazza Ponte Umberto I – Lungotevere Marzio – Lungotevere in Augusta – Lungotevere Arnaldo da Brescia – Via Luisa di Savoia. Inoltre la Questura ha richiesto che vengano chiusi gli accessi alla stazione Colosseo e Flaminio, a partire dalle 12 di domenica.

(Visited 1.041 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago