Parlando al forum QualEnergia? il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili ha assicurato sulle tempistiche della modifica costituzionale. 

Continua spedita la corsa verso la modifica della Costituzione in chiave green. Ne ha parlato il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, Enrico Giovannini, che intervenendo al forum “QualEnergia?” ha indicato una dimensione temporale certa per l’introduzione della tutela dell’ambiente nella Carta fondamentale: due mesi.

Dopo il secondo sì del Senato arrivato il mese scorso, c’è attesa per l’approvazione definitiva da parte della Camera che dovrebbe arrivare al massimo entro gennaio 2022.

“È un impegno che il presidente Draghi ha preso in Parlamento nel dibattito”, ha detto il ministro che ha ricordato i dettagli della modifica.

“All’articolo 9 – ha dichiarato Giovannini verrà introdotto il concetto di tutela dell’ambiente”, nell’interesse delle future generazioni, e “nell’articolo 41 sull’iniziativa economica privata si dirà che l’attività economica deve svolgersi nel rispetto anche della salute e dell’ambiente. Aggiungeremo poi che l’attività economica è orientata non solo a fini sociali ma anche ambientali”. 

Antartide, la missione Beyond Epica per scoprire il clima di 1,5 milioni di anni fa

Articolo precedenteCovid, 16.806 nuovi casi e 72 decessi in 24 ore
Articolo successivoEnergia, Cingolani a Bruxelles: “Giusto valutare il nucleare”. Europa Verde: “Si dimetta”