AttualitàEventi

Giornata mondiale contro la desertificazione 2021, il tema di quest’anno è il recupero dei suoli degradati

Condividi

Giovedì 17 giugno 2021 si celebra la Giornata mondiale contro la desertificazione, istituita dall’Onu nel 1995. Il tema di quest’anno è il recupero dei suoli degradati.

Giovedì 17 giugno 2021 si celebra la Giornata mondiale contro la desertificazione e la siccità. Istituita dall’Onu nel 1995, nell’edizione di quest’anno il tema (scelto dal Segretariato della Convenzione dell’Onu per la lotta alla desertificazione) riguarda il recupero dei suoli degradati. Sul sito dell’UNCCD viene proposto il tema, dal titolo ‘Restoration. Land. Recovery. We build back better with healthy land’ (‘Restauro. Territorio. Recupero. Ricostruiamo meglio con un terreno sano’).

 

Il degrado dei suoli è un fenomeno molto complesso che dipende da vari fattori, la maggior parte dei quali ascrivibili all’uomo. La perdita di suolo produttivo, infatti, può dipendere da: impermeabilizzazione, deforestazione, incendi, pascolo e agricoltura intensivi, erosione, salinizzazione delle falde, contaminazione ed elevato grado di aridità del clima. Il risultato finale è la riduzione dello strato superficiale del suolo, con la conseguente perdita di sostanza organica e quindi della sua capacità produttiva. Le terre produttive sono una risorsa naturale limitata e sempre più a rischio.

Cop26, leader religiosi e scienziati insieme per il clima. Papa Francesco: “Serve un’inversione di rotta”

Per questo motivo, vanno introdotte misure che mirino ad evitare, rallentare e invertire la perdita della produttività delle terre e degli ecosistemi naturali. I vantaggi sono diversi, dall’aumento della sicurezza alimentare al recupero della biodiversità, fino al rallentamento del cambiamento climatico e alla ripresa economica post-pandemia. In Italia, tra l’altro, il contrasto al degrado del suolo è uno degli obiettivi del Pnrr, con investimenti per centinaia di milioni di euro per la valorizzazione del verde urbano, il contenimento del consumo di suolo e il ripristino dei suoli utili, oltre alla piantumazione di quasi sette milioni di alberi nel prossimo triennio.

 

Le azioni di lotta alla siccità e alla desertificazione sono incluse anche in pianificazioni settoriali a livello globale, come quella per la gestione delle risorse idriche e per l’assetto idrogeologico. L’Italia ha sempre sostenuto l’UNCCD ed ha sempre aderito ai programmi della Convenzione per la neutralità del degrado del suolo. L’evento globale di quest’anno sarà ospitato dal Ministero dell’Ambiente della Costa Rica e potrà essere seguito su tutti i canali social dell’UNCCD.

(Visited 86 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago