BiodiversitàTerritorio

Giornata mondiale delle Foreste e dei Boschi, gli eventi in programma

Condividi

Foreste. Quale giorno migliore del 21 marzo (inizio della primavera) per celebrare la Giornata Mondiale delle Foreste e dei Boschi?

Proclamata dalle Nazioni Unite nel 2012 per sensibilizzare sull’importanza e sul ruolo delle foreste e di tutti gli alberi fuori dalle foreste.

Gli alberi, e più in generale le Foreste, oltre a produrre ossigeno per l’uomo, sono una “casa” per l’80% delle specie animali e vegetali; rappresentano un immenso serbatoio di biodiversità, garantiscono la protezione del suolo, la qualità dell’aria e delle acque, mitigano i cambiamenti climatici (fungendo da “serbatoi” di assorbimento del carbonio) e hanno un’importante funzione contro il dissesto idrogeologico.

Giovedì 21 marzo, in occasione della Giornata Mondiale delle Foreste e della Giornata Mondiale della Poesia (indetta dall’Unesco), con il Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, le Riserve Naturali Statali ed i Parchi Letterari che hanno ispirato alcune delle più belle pagine della letteratura saranno teatro di letture, incontri con le scuole, percorsi naturalistici e letterari, case museo e mostre.

 

Le 130 Riserve Naturali Statali sono gli habitat di notevole pregio naturalistico, preservate e sottratte a degrado e speculazioni, dal Corpo Forestale delle Stato prima, dal Comando unità forestali, ambientali e agroalimentari dei Carabinieri oggi.

Parchi Letterari (25 in Italia, due in Norvegia, due in programma in Grecia e Albania) sono a loro volta territori caratterizzati da diverse combinazioni di elementi naturali e umani che illustrano l’evoluzione delle comunità locali attraverso la chiave dell’interpretazione letteraria.

Scarica il Programma Giornata della Poesia Unesco e delle Foreste 2019

 

Sempre il 21 marzo a Roma, al Nuovo Cinema Aquila, in collaborazione con Greenpeace, avrà inizio il tour nelle sale italiane di Chaco, il nuovo documentario di Daniele Incalcaterra e Fausta Quattrini: una battaglia per l’ambiente tramutata in progetto cinematografico, che con le sue immagini mostra le cicatrici di un territorio segnato dai tronchi abbattuti dalle ruspe e dalla foresta che si fa sempre più piccola.

Chaco ha raccolto prestigiosi riconoscimenti internazionali: Miglior Lungometraggio del Concorso Internazionale al 59º Festival dei Popoli, premio Greenpeace al Festival Internazionale di Mar del Plata 2017, Miglior Film del Concorso Nazionale a Vision du Rèel 2018.

 

Secondo il rapporto FAO “Stato delle Foreste nel Mondo 2018”, fra il 2010 e il 2015 si è verificata una perdita globale di copertura foreste pari a 7.6 milioni di ettari all’anno.

Si stima che l’originale copertura forestale del Pianeta avesse un’estensione di quasi 6 miliardi di ettari.

Ad oggi, almeno un terzo della copertura forestale originale del mondo è andata completamente persa – racconta Greenpeace –  proprio per questo, nel 2012 l’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito per il 21 marzo la Giornata Internazionale delle Foreste.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago