Attualità

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE FORESTE 21 MARZO 2018. INIZIATIVE NELLE SCUOLE

Condividi

Giornata internazionale delle foreste. Proclamata dall’assemblea Generale delle Nazioni Unite il 21 marzo del 2012, la giornata ha lo scopo di celebrare e sensibilizzare le persone sull’importanza di tutti i tipi di foreste. Tra le iniziative un incontro con le scuole promosso da Fondazione Univerde, Società geografica Italiana, Campagna Amica e TeleAmbiente.

Le foreste garantiscono la protezione del suolo, la qualità dell’aria e delle acque, forniscono importanti beni e servizi, mitigano gli effetti dei cambiamenti climatici, forniscono una protezione naturale contro gli effetti del dissesto idrogeologico. Ecco perché tutelare diventa fondamentale .

Secondo dati FAO (Marzo 2014) l’area forestale mondiale è diminuita di circa 5,3 milioni di ettari l’anno, corrispondenti, nel periodo 1990-2010 ad una perdita netta pari a quasi 4 volte le dimensioni di un paese come l’Italia. I risultati mostrano che nel 2010 l’area totale di superficie forestale era di 3.890 milioni di ettari, il 30% della superficie totale della terra.

Il tema di ogni Giornata internazionale delle foreste è scelto dal Partnership Collaborativo sulle Foreste, quello del 2018 sono Foreste e Città Sostenibili.

Ed in occasione della festa degli alberi e dell’arrivo della primavera, alle ore 10:30 presso il liceo scientifico statale C.Cavour, via delle Carine 1, Roma, ci sarà un incontro con gli studenti nel corso del quale verranno messi a dimora due alberi nel cortile dell’istituto.

L’evento è stato promosso da Fondazione Univerde, Società geografica Italiana, Campagna Amica e TeleAmbiente come media partner. Nel corso dell’incontro interverranno anche Pinuccia Montanari, Ass. alla Sostenibilità Ambientale Comune di Roma, Alfonso Pecoraro Scanio, presidente Fondazione Univerde e il direttore di TeleAmbiente Stefano Zago.

(Visited 212 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago