giornata mondiale delle api

Le api sono a rischio estinzione e le cause sono tutte riconducibili all’azione umana. Dunque è nostro compito far sì che gli insetti impollinatori siano preservati. Ecco dieci semplici azioni da fare per aiutarli nella giornata delle api (e durante tutto l’anno)

Che sia la giornata internazionale della api o qualunque altro giorno dell’anno è bene tener in mente che questi straordinari insetti impollinatori sono fondamentali per gli esseri umani.

Eppure le api sono in pericolo a causa, soprattutto, dell’utilizzo di sostanze chimiche e delle monocolture. Eppure ognuno di noi può fare qualcosa per aiutare questi insetti.

Si tratta di piccole azioni che si adattano a diversi contesti e che tutti, senza troppo sforzo possiamo fare. Eccole:

  1. Piantare fiori nei giardini o sui balconi di casa. Sia per chi vive in un appartamento che per chi vive in una casa con giardino, piantare qualche fiore è l’idea giusta per aiutare le api. I loro fiori preferiti sono calendula, tulipano, margherita, lavanda, lupinella, facelia, borragine, timo, grano saraceno, girasoli, malva, tagete, finocchio annuale, rosmarino, aneto, pastinaca, coriandolo, erba medica;
  2. Piantare alberi. Chiunque abbia a disposizione un giardino abbastanza grande dovrebbe prendere in considerazione l’idea di piantare un albero. Perché le api prendono la maggior parte del loro nettare proprio dagli alberi. Quando questi fioriscono, infatti, offrono alle api un ambiente straordinario;
  3.  Non usare fertilizzanti o prodotti chimici. L’utilizzo di prodotti non naturali è una delle cause maggiori che sta portando all’estinzione delle api. Per fertilizzare, per esempio, si può usare il compost;
  4. Opta per la varietà. Che si abbia un giardino o si decida di mettere qualche fiore sul proprio balcone è sempre meglio optare per una varietà di fiori diversi. Attireranno maggiormente le api;
  5. Piantare siepi. Per chi ha in programma di costruire una recinzione o una staccionata è bene che prenda in considerazione l’idra di sostituirle con una siepe. Oltre a dare un tocco di classe al proprio giardino offrirà riparo per insetti impollinatori e uccelli;
  6. Far crescere l’erba. Avere l’erba sempre costantemente tagliata potrebbe rappresentare un problema per le api. Qualche centimetro in più non fa male a nessuno;
  7. Costruire un albergo per le api. Oltre alle api mellifere esistono esemplari solitari che sono altrettanto importanti per l’impollinazione. Queste api preferiscono nidificare all’interno di buchi nel legno o steli cavi. L’urbanizzazione ha portato all’assenza di luoghi adatti a costruire i nidi per le api. Costruire un albergo per le api farà loro sicuramente piacere. Ecco un esempio di come fare
  8.  Fare acquisti consapevoli. Acquista sempre miele locale e frutta e verdura biologica così da non contribuire all’agricoltura intensiva;
  9.  Dare da bere alle api. Durante il loro vagare le api spesso non hanno a disposizione risorse d’acqua nelle vicinanze. Per offrire un po’ d’acqua alle api basta riempire un piccolo recipiente poco profondo e inserire dei sassolini sui quali le api potranno planare per bere;
  10. Informarsi. Tutte le nostre azioni hanno delle ripercussioni sull’ambiente. Il dramma delle api è solo un esempio. Informarsi sulle conseguenze delle nostre azioni è il primo passo per prendere decisioni più consapevoli.
Articolo precedenteLa Casa sul Mare, il film d’animazione made in Italy che parla di sostenibilità
Articolo successivoExpo Rotary Plastic Free, dal 19 al 21 maggio una tre giorni per salvare i fiumi