Animali

Giappone, dichiarata per la prima volta l’emergenza climatica

Condividi

La prefettura di Nagano è la prima in Giappone a dichiarare l’emergenza climatica. La zona è storicamente una delle più colpite dalle sempre più frequenti inondazioni causate dalle forti piogge.

Nagano è diventata la prima prefettura giapponese a dichiarare l’emergenza climatica , unendosi a una crescente coalizione di nazioni, regioni e città di tutto il mondo che hanno promesso di prendere azioni immediate per contrastare la crisi ambientale.

Una Dichiarazione di Emergenza Climatica è una promessa non vincolante di agire con la forza e alla velocità necessarie per ridurre le emissioni di carbonio, perseguire risorse rinnovabili e fare tutto il possibile per affrontare il cambiamento climatico. Al di fuori del Giappone, 22 paesi tra cui il Regno Unito, la Francia, il Canada e l’Irlanda, nonché quasi 1.200 comuni – tra cui New York e San Francisco – hanno reso la dichiarazione.

Roma dichiara lo Stato di Emergenza Climatica e Ambientale

In Italia 28 città, tra cui Roma, Milano, Napoli, Lucca,  Aosta, Torino, Cesena, il Consiglio Regionale della Toscana e la città di Padova la regione Liguria e molte altre amministrazioni locali hanno dichiarato l’emergenza climatica.

Nagano è stata colpita dal Tifone Faxai lo scorso settembre e poi devastata da un’altro tifone, l’ Hagibis, solo un mese più tardi.

Giappone, oltre 60 morti per il tifone, si continua a scavare nel fango VIDEO

Il tifone Hagibis ha portato forti venti, piogge torrenziali e inondazioni senza precedenti, che hanno causato gravi danni in tutta la zona. Gli scienziati ritengono che la frequenza e la gravità di tali catastrofi naturali siano state esacerbate dai cambiamenti climatici.

Il Giappone ha promesso di diventare carbon neutral entro la fine del secolo e il governo metropolitano di Tokyo punta a farlo entro il 2050. Tuttavia, nessuno dei due ha dichiarato l’emergenza climatica.

Emergenza climatica, le immagini che meglio spiegano la crisi che sta affrontando il nostro pianeta

A Tokyo, giovani attivisti hanno presentato una petizione con oltre 4.000 firme che invitano la città a dichiarare un’emergenza climatica. La decisione di presentare la petizione all’assemblea metropolitana è stata all’anno prossimo.

“È uno sviluppo positivo che un maggior numero di governi subnazionali in Giappone, tra cui Nagano, stiano assumendo impegni pubblici per fare del proprio meglio per affrontare la crisi climatica, visto l’intensificarsi degli impatti delle catastrofi climatiche”, ha affermato Shin Furuno, capo di Asia Finance, una ONG internazionale con sede negli Stati Uniti.

Il Parlamento Europeo dichiara ufficialmente l’emergenza climatica

“Ora spetta al governo nazionale e alle società accelerare il passaggio dall’affidamento ai combustibili fossili alle energie rinnovabili”

(Visited 15 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago