La città australiana di Mount Barker, a 30 chilometri da Adelaide, ha istituito un coprifuoco per i gatti domestici in seguito a diverse segnalazione dei cittadini: uccidono la fauna selvatica e hanno una cattiva condotta durante la notte. Sanzioni per chi non rispetta la nuova legge.

Un coprifuoco per i gatti, allo scopo di proteggere la fauna locale: a Mount Barker, una cittadina a 30km da Adelaide, Australia, arrivano una serie di restrizioni che vedono come protagonisti i nostri amici felini e che entreranno in vigore dal prossimo anno.

Animali, pompiere salva gattino e si commuove VIDEO

Tra le norme contenute nel nuovo statuto, i gatti non potranno uscire dalle proprie abitazioni dalle 20:00 di sera alle 7:00 di mattina. Il sindaco della città ha commentato così l’iniziativa presa dalla sua amministrazione: “Il coprifuoco è anche nel migliore interesse degli animali domestici in quanto il luogo più sicuro per un gatto è la casa. Non saranno a rischio di perdersi, essere investiti da un’auto o combattere con altri gatti“.

Tutto questo nasce dalle continue segnalazioni dei cittadini: molti si lamentano della cattiva condotta dei gatti di notte che girano per le strade facendo i loro bisogni e lasciando odori sgradevoli, oltre ad essere pericolosi perché uccidono la fauna selvatica.

Video online, meno porno e gattini: emettono C02 come la Spagna

I gatti sono un grosso problema in Australia. Sono predatori estremamente efficienti e possono uccidere fino a 30 o 40 mammiferi o rettili in una sola notte”, spiegano dal consiglio comunale. Il governo centrale ha più volte dichiarato l’intenzione di sopprimere più di 2 milioni di esemplari randagi, una decisione che ha visto la forte opposizione delle associazioni animaliste.

Morti avvelenati 11 gatti: la foto della mamma abbracciata al suo cucciolo

Ma non è l’unica restrizione prevista all’interno del provvedimento: ogni famiglia potrà accudire massimo due gatti. Si rischiano elevate multe se i propri felini dovessero rappresentare un elemento di disturbo per il vicinato, sia con rumori che con odori sgradevoli. Tutti gli esemplari superiori a due, all’interno di una stessa casa, rappresenteranno una condizione di “igiene mancata e disturbo per le abitazioni” e, oltre alla pena pecuniaria, si rischia di vedersi sequestrati gli animali in eccesso.

Salsicce avvelenate per abbattere due milioni di gatti

Articolo precedenteRapporto Ispra, in un anno consumati 24 mq di suolo cittadino per ogni ettaro di aree verdi
Articolo successivoMacron a Roma, Trattato del Quirinale e asse su investimenti green