GAS RADON, ALLARME A TARANTO. INTERDETTE 8 AULE NELLE SCUOLE DEL RIONE TAMBURI

Gas Radon. Taranto, rione Tamburi, noto alle cronache soprattutto per l’inquinamento industriale.

Ma oggi a preoccupare è il gas radon, seconda causa di tumori ai polmoni dopo il fumo anche se non tutti lo sanno.

Il radon, è un gas nobile radioattivo naturale derivato dal decadimento dell’uranio. Inodore, insapore, si trova in natura in piccole quantità nel suolo e nelle rocce.

Un agente cancerogeno quindi, la cui esposizione nei luoghi chiusi aumenta il rischio di contrarre un tumore polmonare.

Dopo l’allarme lanciato dai geologi durante la conferenza stampa “Radon rischio geologico dalla terra un pericolo invisibile per la salute: quanti lo conoscono?”, l’Isde, l’associazione dei medici per l’ambiente, ha chiesto al Comune di Taranto di intervenire per affrontare il problema delle scuole del rione Tamburi (vicino all’Ilva) dove è stata riscontrata una presenza di gas radon superiore ai livelli consentiti.

“L’agenzia internazionale per la ricerca sul cancro e l’organizzazione mondiale di sanità – ha spiegato l’Isde di Taranto – hanno classificato il radon come cancerogeno del gruppo 1, ossia come sostanza per la quale è accertata la cancerogenità anche negli essere umani”.

Secondo i medici per l’Ambiente, “gli edifici scolastici risultano essere locali utilizzati prevalentemente al piano terra soprattutto nel caso delle scuole dell’infanzia, pertanto – spiegano – è facilmente ipotizzabile che l’esposizione al radon possa essere significativa e di conseguenza dannosa per la salute di una popolazione a cui prestare particolare attenzione.

Parliamo – rileva l’Isde in una nota – della fascia più debole e in questo caso questo il “più” si moltiplica perché parliamo di scuole del quartiere Tamburi, rione già particolarmente discriminato dal punto di vista sanitario a causa della vicina industria siderurgica, la più grande d’Europa”.

Per i medici, “è in gioco la salute di bambini che permangono in ambienti chiusi per un minimo di 4 ore al giorno per vari giorni alla settimana” e “il radon è la seconda causa di tumore del polmone dopo il fumo di sigaretta. Arieggiare gli ambienti servirebbe ma non basta. I medici per l’ambiente di Isde Taranto – conclude la nota – chiedono alle istituzioni locali provvedimenti urgenti e l’attuazione di misure di prevenzione e precauzione per quei bambini troppo spesso dimenticati”.

 

(Visited 76 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diretta Live