Home Attualità G20, manifestanti per il clima bloccano via Cristoforo Colombo: sgomberati dalla polizia

G20, manifestanti per il clima bloccano via Cristoforo Colombo: sgomberati dalla polizia

Manifestanti del movimento Roma Climate Camp hanno occupato pacificamente via Cristoforo Colombo per protestare contro l’inadempienza dei governi nei confronti della crisi climatica. I manifestanti sono stati sgomberati dalla polizia ma il sit-in continua davanti alla sede del Ministero dell’Ambiente.

Un gruppo di manifestanti del movimento Roma Climate Camp ha occupato in mattinata via Cristoforo Colombo, una delle arterie principali della Capitale, per protestare contro l’inadeguatezza dei governi nel contrastare l’emergenza climatica, in occasione del G20 che si tiene in questi giorni a Roma.

G20, dal Roma Climate Camp alle mobilitazioni in piazza dei giovani: “Siamo il futuro senza futuro”

“Quest’oggi come Roma Climate Camp, abbiamo deciso di intervenire, di prendere parola ed alzare la voce, di bloccare questa arteria cittadina e catturare l’attenzione perché quanto si sta decidendo, a porte chiuse e senza agende pubbliche, nel vertice conclusivo del G20 è completamente inadeguato rispetto agli scenari catastrofici che vediamo delineati nel presente e nel futuro su questo questo pianeta,” si legge nel comunicato emesso dal Roma Climate Camp.” Siamo qui perché i governi del G20 hanno fallito. Il vertice del G20 sfoggia parole pompose come People Planet and Prosperity, ma dimostra con il proprio agire che l’unico obiettivo è una quarta P, il Profit.

 


“Abbiamo la certezza di saper riconoscere la difesa degli interessi del capitale e della finanza nelle scelte politiche del G20, e l’assenza assoluta di ascolto e partecipazione delle comunità interessate siano queste le comunità indigene, le popolazioni di territori fuori dalle 20 nazioni o le stesse comunità dei territori massacrati in decine e decine di anni anche in questa parte del mondo.”

“Siamo arrabbiat*, perchè davanti alle ingiustizie sociali ambientali ed economiche così evidenti in questi ultimi due anni di pandemia, o ti arrabbi, o sei complice,” conclude il comunicato “siamo qui unendoci in solidale sorellanza con chi manifesterà dal 2 novembre a Glasgow per la Cop26. Siamo qui perché è necessario unirsi assieme per sradicare un sistema economico che provoca morte e distruzione ovunque nel mondo.”

Fridays For Future, a Roma maxi corteo nei giorni del G20: “Da governi ancora false soluzioni”

I manifestanti sono stati fatti sgomberare dalla polizia liberando via Cristoforo Colombo, ma i manifestanti continuano a occupare la corsia laterale, seduti o sdraiati sull’asfalto. “Se non cambierà bloccheremo la città”, urlano gli attivisti del clima. Sul posto blindati e agenti in tenuta antisommossa.

I manifestanti si sono poi diretti verso la sede del Ministero dell’Ambiente, dove si sono riuniti in un sit-it in una rotonda dietro l’edificio.

Previous articleBoom delle auto elettriche – Tg Ambiente
Next articleG20, a Roma il summit dei potenti: sul piatto crisi climatica e futuro del Pianeta