Sensibilizzare i docenti delle scuole italiane per introdurli al funzionamento, alla partecipazione ed alla disseminazione della Conferenza sul Futuro dell’Europa (CoFoE). È l’obiettivo dei webinar realizzati dall’Università Roma Tre nell’ambito del Progetto Jean Monnet EU2.

I workshop, della durata di due ore circa, offriranno diversi momenti di riflessione ed una parte sarà dedicata al “question-time”.

Il coordinatore accademico fornirà:

  • informazioni e materiali della Commissione e del progetto EU2 sulla CoFoE;
  • un’introduzione sul funzionamento della CoFoE e il dibattito in corso;
  • linee guida per condurre l’attività di disseminazione con altri colleghi e con gli studenti.

Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione e di ‘Ambasciatore della Conferenza sul Futuro dell’Europa’.

Il primo workshop si terrà giovedì 25 novembre 2021 dalle ore 16:30 alle 18:30. Chi volesse può ancora iscriversi a questo link: https://forms.gle/s37VMbJ36ewQ7bLB7

La partecipazione è limitata a 20 docenti e per questo, saranno organizzati diversi workshop nelle settimane successive, sempre di giovedì allo stesso orario.

Ue, approvata la riforma della Pac. Eleonora Evi: “Schiaffo all’agricoltura sostenibile”

Che cos’è la Conferenza sul Futuro dell’Europa:

La Conferenza sul futuro dell’Europa offre ai cittadini europei un’occasione unica, giunta al momento opportuno, per ragionare sulle sfide e le priorità dell’Europa.

Chiunque, a prescindere dalla provenienza o dall’attività svolta, potrà utilizzare questo strumento per riflettere sul futuro dell’Unione europea che vorrebbe.

Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione europea si sono impegnati ad ascoltare la voce degli europei e a dare seguito, nell’ambito delle rispettive competenze, alle raccomandazioni ricevute.

Entro la primavera del 2022 la Conferenza dovrebbe giungere a conclusioni e fornire orientamenti sul futuro dell’Europa.

Per maggiori informazioni: https://futureu.europa.eu/pages/about?locale=it

 

Articolo precedenteDagli scarti del pistacchio una crema antiage: l’idea ecofriendly di Kymia, una startup siciliana
Articolo successivoCovid, il 47% degli italiani teme un nuovo Natale con restrizioni