AttualitàPolitica

Fukushima, nuove tensioni tra Giappone e Cina: tutta colpa di un tweet

Condividi

Fukushima, non si placano le tensioni tra Cina e Giappone dopo la decisione del paese del Sol Levante di sversare nel Pacifico l’acqua contaminata dopo l’incidente nucleare. Ad aggravare la situazione un controverso tweet pubblicato da un portavoce del Ministero degli Esteri di Pechino.

La decisione del Giappone di rilasciare nel Pacifico l’acqua contaminata dall’incidente nucleare di Fukushima continua a costituire un vero e proprio caso diplomatico. Sul piede di guerra ci sono i pescatori locali, ma anche quelli di altri paesi come Cina e Corea del Sud ed i rispettivi rappresentanti istituzionali. Tra Cina e Giappone la tensione è alle stelle e a gettare benzina sul fuoco ci ha pensato Zhao Lijian, portavoce del Ministero degli Esteri cinese, con un tweet decisamente polemico.

Fukushima, cresce la preoccupazione tra i pescatori e commercianti locali

Nel tweet compaiono la celebre opera dell’artista Katsushika Hokusai, La grande onda di Kanagawa (1830-1831), ed una sua rivisitazione in chiave attuale sul caso di Fukushima. Sulle tradizionali barche in balìa delle onde, infatti, ci sono alcuni addetti in tenuta anti-atomica intenti a versare in mare le scorie nucleari. Sullo sfondo, al posto del monte Fuji, compare invece la torre di raffreddamento di una centrale nucleare. “Se Hokusai fosse ancora vivo, anche lui sarebbe molto preoccupato oggi”, ha commentato nel tweet il funzionario cinese.

Toshimitsu Motegi, ministro giapponese degli Esteri, non ha voluto commentare il tweet ma ha annunciato che la diplomazia è già al lavoro per far sì che il tweet venga rimosso. Le prime proteste giapponesi non hanno sortito effetto: di tutta risposta, Zhao Lijian ha fissato in alto il tweet sul proprio profilo. “Questa illustrazione rappresenta un giusto appello della gente. È il governo giapponese che deve revocare la propria decisione sbagliata e chiedere scusa”, ha spiegato il portavoce cinese.

Fukushima, la Corea del Sud vuole denunciare il Giappone al Tribunale Internazionale

A quel punto la situazione è peggiorata e Motegi, in Parlamento, aveva risposto così ad un membro dell’opposizione: “Certi tweet non dovrebbero essere permessi”. A quel punto, Zhao ha replicato ancora: “Il Giappone sta facendo una cosa sbagliata su Fukushima e gli altri non possono neanche parlarne? Tutto il mondo sta protestando, i funzionari giapponesi si stanno comportando da stupidi e fanno finta di non sentire, ma poi se la prendono per un’illustrazione”. Lo riporta la Reuters.

Fukushima, il governo giapponese riverserà l’acqua contaminata nell’Oceano Pacifico

A rendere la situazione ancora più rovente ci sono stati i recenti accordi tra Joe Biden ed il primo ministro giapponese Yoshihide Suga. I due paesi si sono impegnati in azioni future di contenimento e sanzioni contro la Cina per una lunga serie di ragioni, dalla repressione a Taiwan fino alle persecuzioni degli uiguri musulmani.

(Visited 16 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago