AttualitàPolitica

Frodi alimentari, nuovo protocollo tra ICQRF e Guardia di Finanza

Condividi

Frodi alimentari. L’ICQRF, il Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Mipaaf rafforza il suo intervento contro la contraffazione e gli illeciti con un nuovo protocollo con la Guardia di Finanza.

A siglare l’Intesa il capo Dipartimento dell’Ispettorato centrale della Tutela della qualità e Repressione frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) del Mipaaf Stefano Vaccari con il capo di Stato Maggiore del Comando Generale del Corpo, Generale D. Umberto Sirico.

Il nuovo protocollo, riconferma e rafforza gli obiettivi già fissati tra l’Ispettorato contro le frodi alimentari (ICQRF) del Mipaaf e Guardia di Finanza: azioni comuni, scambi informativi e di analisi, interventi per migliorare l’efficacia e l’efficienza complessiva delle misure a tutela del comparto agroalimentare con attenzione al contrasto delle frodi ai danni dell’Ue, della contraffazione dei marchi industriali e delle violazioni alla proprietà intellettuale, oltre che degli illeciti economici-finanziari.

Plastica sospesa, l’installazione che denuncia gli sprechi e le cattive abitudini alimentari

“Un protocollo virtuoso – sottolinea il Mipaaf – che si muove lungo la scia della collaborazione già consolidata, rinnova le proficue sinergie già in atto sui territori, valorizza e ottimizza l’azione a tutela della filiera agroalimentare contro ogni forma di concorrenza sleale”.

Agroalimentare, 29.169 controlli antifrode sulla filiera. Report ICQRF

Si tratta di uno strumento di sostanziale potenziamento delle linee di presidio della legalità in un settore fondamentale per il nostro Paese e la nostra economia, confermatosi strategico in questi mesi.

Cosìpernatura, il progetto di NaturaSì e Legambiente contro lo spreco alimentare

“Un settore – sottolinea la ministra delle Politiche Agricole, Teresa Bellanovache va sostenuto contro pratiche illecite e frodi che rischiano di mettere fuori gioco le migliaia e migliaia di imprese che quotidianamente scommettono su qualità, eccellenza, rispetto delle regole. E al tempo stesso conferma la bontà dei nostri sistemi di controllo, tra i migliori al mondo”.  

 

(Visited 129 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago