Frodi alimentari. L’ICQRF, il Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari del Mipaaf rafforza il suo intervento contro la contraffazione e gli illeciti con un nuovo protocollo con la Guardia di Finanza.

A siglare l’Intesa il capo Dipartimento dell’Ispettorato centrale della Tutela della qualità e Repressione frodi dei prodotti agroalimentari (ICQRF) del Mipaaf Stefano Vaccari con il capo di Stato Maggiore del Comando Generale del Corpo, Generale D. Umberto Sirico.

Il nuovo protocollo, riconferma e rafforza gli obiettivi già fissati tra l’Ispettorato contro le frodi alimentari (ICQRF) del Mipaaf e Guardia di Finanza: azioni comuni, scambi informativi e di analisi, interventi per migliorare l’efficacia e l’efficienza complessiva delle misure a tutela del comparto agroalimentare con attenzione al contrasto delle frodi ai danni dell’Ue, della contraffazione dei marchi industriali e delle violazioni alla proprietà intellettuale, oltre che degli illeciti economici-finanziari.

Plastica sospesa, l’installazione che denuncia gli sprechi e le cattive abitudini alimentari

“Un protocollo virtuoso – sottolinea il Mipaaf – che si muove lungo la scia della collaborazione già consolidata, rinnova le proficue sinergie già in atto sui territori, valorizza e ottimizza l’azione a tutela della filiera agroalimentare contro ogni forma di concorrenza sleale”.

Agroalimentare, 29.169 controlli antifrode sulla filiera. Report ICQRF

Si tratta di uno strumento di sostanziale potenziamento delle linee di presidio della legalità in un settore fondamentale per il nostro Paese e la nostra economia, confermatosi strategico in questi mesi.

Cosìpernatura, il progetto di NaturaSì e Legambiente contro lo spreco alimentare

“Un settore – sottolinea la ministra delle Politiche Agricole, Teresa Bellanovache va sostenuto contro pratiche illecite e frodi che rischiano di mettere fuori gioco le migliaia e migliaia di imprese che quotidianamente scommettono su qualità, eccellenza, rispetto delle regole. E al tempo stesso conferma la bontà dei nostri sistemi di controllo, tra i migliori al mondo”.  

 

Articolo precedenteMicroplastiche, le produciamo ogni volta che apriamo buste e bottiglie di plastica
Articolo successivoSostenibilità, CDP-CAF insieme per promuovere progetti green in America Latina