Il progetto Friends for the Earth è una piattaforma con i profili di designer, accademici, ingegneri ambientali che da ogni parte del mondo stanno contribuendo alla transizione green per la salvaguardia della Terra. Abbiamo intervistato Max Serradifalco, artista e ideatore della piattaforma.

GUARDA L’INTERVISTA A MAX SERRADIFALCO, IDEATORE “FRIENDS FOR THE HEART”

Una grande community che tradotta in tutte le lingue del mondo è dedicata a coloro che, attraverso il proprio impegno nella sostenibilità stanno contribuendo alla transizione ecologica, tanto necessaria per la tutela degli ecosistemi, quanto indispensabile per il futuro degli esseri viventi che abitano il pianeta Terra.

La piattaforma si chiama, non a caso Friends for the Earth e nasce dalla visione del fotografo paesaggista palermitano Max Serradifalco, che ha ideato una community dedicata agli “amici del pianeta”, i quali al suo interno dispongono ciascuno di un profilo geolocalizzato, dove parlare di sé e delle proprie attività legate al
mondo della green economy.

Il tuo sito web è ecosostenibile? Karma Metrix misura quanto inquina la tua homepage

I membri di Friends for the Earth sono professionisti di svariati settori, che da ogni parte del mondo fanno sì che l’attenzione rivolta al benessere della terra diventi qualcosa di concreto per la collettività.

“L’idea di creare la community Friends for the Earth nasce nel 2019, ma è durante il lockdown di marzo 2020 che tutto ha inizio. Una parentesi temporale in cui siamo stati costretti a fermarci e a riflettere sulla vita, sui valori che contano davvero e sul nostro piccolo pianeta dalle risorse limitate – spiega Max Serradifalco, ideatore della
community – sapevo che dopo questo periodo saremmo tornati a vivere nello smog, con fiumi, mari inquinati e tanto altro. La cosa mi dava un senso di tristezza nell’anima”.

Da qui la decisione improrogabile di intraprendere un percorso di speranza per un nuovo umanesimo, per una Terra da proteggere e valorizzare concretamente attraverso la promozione di chi della sostenibilità ha fatto la propria bandiera di vita.

AWorld, entra in azione per la salvaguardia del pianeta! Ecco l’app che ti aiuta a farlo

Friends for the Earth si prefigge, infatti, di diventare la più grande web community della green economy.
Friends for the Earth nasce con una missione ben precisa: connettere e promuovere i protagonisti della sostenibilità nel mondo, al fine di accelerare il processo ecologico già in atto, che sta trasformando l’insostenibile cultura dello scarto in una risorsa sempre più utile per realizzare ad esempio pelli o tessuti vegani, bio plastiche e persino gioielli.

Aderire al progetto wwè semplice, basterà cliccare su JOIN US: https://www.friendsfortheearth.com/register-join-into-community/  per candidarsi ed ottenere un profilo geolocalizzato, gratuitamente, per sempre!

Le sezioni di Friends for the Earth, in questa prima fase di lancio, sono quattro: una è dedicata alle notizie positive dal mondo che cambia, legate ad iniziative e progetti che l’uomo mette in campo per la salvaguardia del pianeta. Un’altra è dedicata alle news dei “friends” in cui i membri possono mettere in evidenza un traguardo raggiunto o una particolare notizia legata alla propria attività.  Un’altra ancora, invece, è rivolta ai video dei “friends” per istruire, informare e sensibilizzare il pubblico. La quarta ed ultima sezione invece è dedicata a un forum sugli obiettivi dell’agenda 2030 firmata nel 2015 dai paesi membri dell’Onu.

Vezua, il portale dell’ecosostenibilità per un commercio consapevole e nel rispetto del pianeta

All’interno della piattaforma una mappa virtuale guiderà il visitatore alla scoperta di tutti i membri di Friends for the Earth, che al momento sono 245 in quattro continenti. Come un viaggio in giro per il mondo sulle tracce della sostenibilità. Un viaggio che dall’India, giunge in Australia, passa per l’America, l’Europa e l’Italia.
“Ma questo è solo l’inizio. Non vi resta che partecipare e seguire l’evoluzione di questa web community”, annuncia Max Serradifalco, che sta già lavorando alle prossime novità presto online nella piattaforma Friends for the Earth.

Articolo precedenteBonetti “4,6 mld per asili nido e impegno contro denatalità”
Articolo successivoBittner “Ottimista su Micheli e Sotero a Tokyo”