Attualità

“Fratelli tutti”, la nuova enciclica di Papa Francesco dedicata alla fratellanza universale

Condividi

La terza enciclica di papa Francesco, “Fratelli tutti”, è dedicata alla fratellanza universale ed è stata scritta, come spiega Papa Francesco, mentre “ha fatto irruzione in maniera inattesa la pandemia del Covid-19, che ha messo in luce le nostre false sicurezze”.

“Fratelli tutti” è la nuova enciclica di Papa Francesco, firmata sabato 3 ottobre ad Assisi. Presentata questa mattina in Vaticano dal segretario di Stato Pietro Parolin, l’enciclica mira a promuovere un’aspirazione mondiale alla fraternità e all’amicizia sociale.

“Indietro non si torna. Un nuovo umanesimo alla luce della Laudato sì’”. Evento 5 settembre 2020, Montefiascone

È la terza, dopo la Lumen Fidei (2013) e la Laudato Si’ (2015) che ha come sfondo la lode a Dio e alle opere della natura tutta, in cui è riflessa l’immagine e la mano del suo Creatore.

Fratelli tutti, che trae spunto, per il titolo, dagli scritti di San Francesco, è un documento che ha avuto molte tappe significative e che ha come unico obiettivo la pace, quella interiore che scaturisce dal senso di fraternità con gli altri.

“Senza la pretesa di compiere un’analisi esaustiva né di prendere in considerazione tutti gli aspetti della realtà che viviamo, propongo soltanto di porre attenzione ad alcune tendenze del mondo attuale che ostacolano lo sviluppo della fraternità universale”, si legge nell’enciclica.

Clima, l’appello di Papa Francesco: “E’ necessario riparare la Terra”

Come spiega Papa Francesco,  l’enciclica è stata scritta mentre “ha fatto irruzione in maniera inattesa la pandemia del Covid-19″.

“Una tragedia globale come la pandemia del Covid-19 ha effettivamente suscitato per un certo tempo la consapevolezza di essere una comunità mondiale che naviga sulla stessa barca, dove il male di uno va a danno di tutti. Ci siamo ricordati che nessuno si salva da solo, che ci si può salvare unicamente insieme. Per questo ho detto che «la tempesta smaschera la nostra vulnerabilità e lascia scoperte quelle false e superflue sicurezze con cui abbiamo costruito le nostre agende, i nostri progetti, le nostre abitudini e priorità. […] Con la tempesta, è caduto il trucco di quegli stereotipi con cui mascheravamo i nostri “ego” sempre preoccupati della propria immagine; ed è rimasta scoperta, ancora una volta, quella (benedetta) appartenenza comune alla quale non possiamo sottrarci: l’appartenenza come fratelli”.

Testo integrale enciclica Papa Francesco

Papa Francesco: “Il clima deve essere la nostra prima emergenza, abbiamo un pianeta da salvare”

(Visited 87 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago