Roma e Dintorni

Frascati, torna il Concorso Enologico Internazionale Città del Vino. Date

Condividi

Vino. Fa tappa a Frascati, nel cuore dei Castelli Romani, il viaggio del XVIII Concorso Enologico Internazionale Città del Vino (già conosciuto nelle precedenti edizioni con il nome di La Selezione del Sindaco”).

Si inizierà giovedì 30 maggio, con l’arrivo dei Commissari italiani e stranieri, per poi proseguire (fino al 2 giugno) con lo svolgimento delle sessioni di degustazione dei vini.

Appuntamento nei monumentali spazi delle Mura del Valadier (Via del Castello, 21 – 00044 Frascati), in pieno centro storico.

Il Concorso, che ha l’autorizzazione del Ministero delle Politiche Agricole e del Turismo e il patrocinio tecnico/scientifico dell’Oiv- Organizzazione internazionale della vigna e del vino, è riservato ai vini Dop e Igp (Docg, Doc e Igt).

Il Concorso Enologico delle Città del Vino, è l’unica competizione vitivinicola internazionale che prevede la premiazione congiunta delle Aziende imbottigliatrici e del Comune in cui sono localizzati i vigneti.

Una ideale compartecipazione che intende sottolineare il valore del rapporto tra vino e territorio, della collaborazione fra ente pubblico e azienda privata, dove il Sindaco si unisce ai viticoltori per fare da testimonial ai vini del proprio territorio.

Il Concorso è un ulteriore strumento utile alle Aziende per la promozione delle terre del vino, nello spirito e nelle funzioni che l’Associazione, fin dalla sua costituzione avvenuta a Siena il 21 marzo 1987, ha sempre avuto e perseguito con costanza.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago