Territorio

Delfini, il magico scatto immortalato al largo di Otranto

Condividi

Animali. “Magicafoto di delfini al largo di Otranto. Il branco è stato immortalato da Dino Longo, fotografo salentino. L’immagine arriva dopo l’avvistamento, nei giorni scorsi, di tre delfini nei pressi della costa dell’ Area Marina Protetta di Torre Guaceto, nella vicina provincia di Brindisi. Gli studiosi del CoNISMA li avevano visti e fotografati, durante un’attività di monitoraggio su una pianta acquatica. I delfini dormivano, ma non come gli animali terrestri.

Il fotografo salentino Dino Longo è riuscito a immortalare un gruppo di delfini, mentre nuotavano al largo di Otranto. La foto che lo stesso autore definisce ‘una vera magia’, arriva a pochi giorni da un altro avvistamento delfini,  nella poco distante Area Marina Protetta Riserva Naturale dello Stato, di Torre Guaceto, in provincia di Brindisi.

Ostia, avvistato un branco di delfini e un cucciolo al largo del litorale. IMMAGINI

Ad avvistare i tre delfini vicino alla costa di Torre Guaceto sono stati i ricercatori del CoNISMA (Consorzio Nazionale Interuniersitario per le Scienze del Mare) presenti nella zona A della Riserva, la zona maggiormente tutelata, per portare avanti, con il supporto tecnico del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto e con l’Unità locale di Bari, un’attività di monitoraggio sulla posidonia oceanica, una pianta acquatica che fiorisce proprio in questo periodo, oltre che in autunno.

Cetacei, fai attenzione! 2.0 Al via la campagna per la salvaguardia di balene e delfini nel Mediterraneo

World Anima Day, l’appello di Marevivo contro il massacro di delfini e balene

In una nota diffusa dal Consorzio di Gestione di Torre Guaceto si legge che “Alcuni ricercatori erano già in immersione, altri sul gommone autorizzato. Ad un tratto alcuni membri del team hanno fatto l’avvistamento: 3 delfini ad una distanza relativamente ravvicinata rispetto al luogo di stazionamento”.

Si tratta di animali appartenenti alla specie dei tursiopi che sembravano “quasi fermi, in fase di riposo. Nota che potrebbe sembrare strana agli occhi di chi non conosce bene questi animali” ma che, come viene chiarito nella nota, apparivano quasi fermi perché dormivano. Il loro è però un e tipo di riposo differente rispetto a quello degli animali terrestri. “Questi animali, come tutti d’altronde, dormono. Ma a differenza degli altri, proprio per via del fatto che vivono in mare, riposano in modo differente rispetto a quelli terrestri. Il loro è volgarmente definito sonno vigile. Si fermano, il cervello riposa, ma i sensi rimangono svegli, pronti a reagire ai potenziali pericoli”.

Balene, misterioso “Blob” oceanico causa la diminuzione delle nascite

Marine Litter, recuperati 300 kg di rifiuti nel Po prima che finissero in mare

“La valutazione del comportamento assunto, ha permesso di dedurre che questi delfini raggiungano la zona A dell’Area Marina Protetta (qui è vietato l’accesso ad ogni tipologia di natante ed anche la balneazione) per via della pace che domina la Riserva e per la ricca presenza di fauna ittica, della quale questi si nutrono. A Torre Guaceto, gli animali possono riposare ed essere sereni, nessuno li disturba e minaccia”.

 

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago