Home Attualità Forum Leader Giovani, in 200 da tutta Italia per il futuro delle...

Forum Leader Giovani, in 200 da tutta Italia per il futuro delle aree rurali

Forum Leader Giovani. Under 30, provenienti da tutta Italia, per ridefinire le aree rurali: renderle più accoglienti, competitive e sostenibili.

In provincia di Bergamo, in Valle Brembana, va in scena la prima edizione del Forum Leader Giovani, che fa da apripista al Forum Leader 2022, dedicato alle politiche di sviluppo delle aree rurali e che riunisce i rappresentanti di 200 Gruppi di Azione Locale (GAL) italiani.

Si parla di sostenibilità e valorizzazione del capitale sociale, culturale e ambientale delle aree rurali. Progettazione, scambio di buone pratiche ed esperienze: un tavolo tecnico che guarda ad un prospetto internazionale per il futuro delle aree rurali, sia dal punto di vista socio-economico sia da quello ambientale.

“Uno degli obiettivi – ha spiegato Chiara Salerno, della Rete Rurale Nazionale del CREA, (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) – è quello di promuovere la formazione e la creazione di nuove competenze, ma soprattutto vogliano creare delle opportunità e degli spazi nei quali queste competenze possano trovare applicazione”.

La mission è quella di promuovere la sostenibilità, da tutti i punti di vista, compresa la creazione di nuovi posti di lavoro e di salvaguardia degli ambienti.

“Lo scopo principale del nostro GAL, e di tutti i GAL – ha detto la presidente del GAL Valle Brembana Lucia Moraliè quello di riuscire a mantenere la vita nei territori rurali e attrarre in giovani, magari anche con idee nuove. Dobbiamo renderci conto che se non riusciamo a mantenere la vita rurale anche in alta montagna, perdiamo una parte importante della sostenibilità del nostro pianeta”.

“Abbiamo coinvolto i giovani delle aree rurali – ha aggiunto ancora Chiara Salerno – proprio per fare in modo di capire qual è il loro punto di vista, come loro vorrebbero che fossero i territori che vivono, e quindi in primis formarci anche noi su questi temi. Poi, in senso più ampio, questo è uno degli strumenti che abbiamo per combattere lo spopolamento delle aree rurali”.

E anche questi sono aspetti che rientrano nei ragionamenti sulla reale attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

DIRETTA LIVE

VAI ALLA DIRETTA LIVE
Exit mobile version