Doppietta del team Techeetah nella quarta gara del campionato Formula E 2017-18 a Santiago, con Vergne, partito dalla Superpole, che vince davanti il compagno Lotterer. Completa il podio Buemi, in lotta negli ultimi giri con Piquet che finisce quasi a muro. Il leader della classifica Rosenqvist chiude al quarto posto una gara in rimonta, mentre il campione in carica Di Grassi subisce l’ennesimo ritiro. Male gli italiani Filippi e Mortara, autori di diversi errori e sempre nelle retrovie.

Gara ricca di colpi di scena quella sul circuito di Santiago del Cile. Jean-Eric Vergne conquista la Superpole in qualifica, davanti Buemi (Renault) e Di Grassi. Il pilota brasiliano viene però penalizzato di 10 posizioni per la sostituzione dell’invert sulla sua Audi, mentre Felix Rosenqvist (Mahindra), chiamato a difendere la leadership in campionato, parte quattordicesimo a causa di un errore durante le qualifiche.

Al via è già bagarre con Piquet (Jaguar) e Lotterer che agguantano secondo e terzo posto, con Buemi in difficoltà che scivola quarto. Dietro gli incidenti di Lopez e Engel costringono i commissari di pista a far entrare la safety-car, a causa dei molti detriti presenti in pista. Problemi anche per Heidfeld. Alla ripartenza al quinto giro Piquet tenta di insidiare il primo posto di Vergne senza successo, mentre a centro gruppo faticano Rosenqvist e le due Audi di Di Grassi e Abt, con il tedesco costretto al ritiro già nei primi giri della gara. Intorno al tredicesimo giro inizia la rimonta di Lucas Di Grassi: il brasiliano inizia a guadagnare posizioni sorpassando diversi piloti e portandosi fino al settimo posto, mentre in testa Vergne conduce senza problemi, gestendo bene l’energia della sua Techeetah. Al 19° giro Lotterer si prende il secondo posto con un gran sorpasso su Piquet, appena prima della sosta obbligatoria per il cambio monoposto di metà gara. Ma è al rientro in pista che accade il colpo di scena: Di Grassi rallenta vistosamente ed è costretto all’ennesimo ritiro stagionale per problemi tecnici, vanificando così l’ottima rimonta di cui era protagonista. Nella seconda parte di gara Vergne continua a fare l’andatura, mentre Buemi, sfruttando il FanBoost, si riprende almeno il terzo posto su Piquet al 28° giro, e si lancia all’inseguimento delle due Techeetah, con il gruppo dei primi tre che si ricompatta. Prima Piquet tenta il controsorpasso su Buemi ma finisce lungo e per poco non colpisce le barriere, poi Lotterer al giro 33 si prende un grosso rischio nel tentativo di sorpassare il compagno di squadra, i due arrivano al contatto ma riescono a proseguire senza problemi. Negli ultimi giri Lotterer continua ad essere minaccioso alle spalle di Vergne, con i primi 5 piloti tutti molto vicini. Buemi difende il terzo posto da Rosenqvist, risalito fino al quarto posto approfittando dei vari ritiri ed errori degli altri piloti, e Bird (DS Virgin). La gara si conclude dunque con la doppietta per il Team Techeetah che grazie al secondo posto di Lotterer si prende la testa in classifica costruttori.

Nella classifica piloti invece il successo regala a Vergne il primato a quota 71 punti, con Rosenqvist che limita i danni e lo segue a 66. Bird consolida il terzo posto con 61 punti, con Buemi quarto a soli 37 punti. Ma il mondiale è ancora molto lungo e riserverà grandi colpi di scena fino alla fine.

Articolo precedenteTIDE POD CHALLENGE, UNA NUOVA E FOLLE MODA TRA I GIOVANI. DI COSA SI TRATTA? RISCHI E PERICOLI
Articolo successivoMUSEI GRATIS A ROMA DOMENICA 4 FEBBRAIO. TUTTE LE INFORMAZIONI