Il Team Audi coglie finalmente il primo successo in Formula E dopo le difficoltà di inizio stagione con Daniel Abt che approfitta dei problemi tecnici di Rosenqvist, al comando prima del cambio vettura. Sul podio Turvey e Buemi, Vergne mantiene la leadership in classifica con il quinto posto. Di Grassi si prende i primi punti della stagione rimontando fino al 9° posto.

Daniel Abt su Audi vince il Mexico City ePrix

Non delude neanche il quinto appuntamento della stagione 2017/18 di Formula E. Quarto vincitore diverso in 5 gare, con Daniel Abt che vince dimostrando la bontà tecnica della monoposto Audi, già vincente (con squalifica) ad Hong Kong ma afflitta da pesanti problemi tecnici in questo inizio di stagione. In Messico sembrava un copione già scritto con Rosenqvist in pole position, ma dopo aver comandato il primo terzo di gara il pilota svedese si è visto costretto al ritiro causa problemi tecnici sulla sua Mahindra (ritiro anche per il suo compagno di squadra Heidfeld), aprendo di fatto la strada a Daniel Abt, veloce sin dai primi giri. La conquista del primo posto di Abt inizia passando Buemi (Renault) al 21° giro, dopo averlo tallonato sin dalle prime fasi di gara. Poi prima del pit-stop per il cambio macchina il pilota Audi supera agevolmente anche Turvey (NIO), che chiuderà comunque con un ottimo secondo posto e il primo podio in carriera. Nella seconda parte dell’ePrix il tedesco detta il ritmo senza avversari e porta a casa un successo meritato. Gara sottotono per il leader di classifica Vergne, partito solo sesto e mai veramente in corsa per la vittoria, con una breve parentesi al terzo posto dopo il cambio macchina, perso poi a vantaggio di Buemi al giro 29 che lo sorpassa sfruttando il FanBoost ottenuto dai tifosi. Chiuderà quinto il pilota Techeetah dietro al sempre arrembante Piquet (Jaguar), in lotta per il podio fino agli ultimi giri. In una giornata positiva per l’Audi ha sorriso anche il campione in carica Lucas Di Grassi che ha artigliato il nono posto finale con una rimonta importante, siglando anche il giro più veloce della gara. Da segnalare il finale consistente di Edoardo Mortara, che riesce a portare la Venturi in ottava posizione.

La classifica iridata vede Jean Eric Vergne (81 punti) allungare su Felix Rosenqvist (69 punti grazie ai 3 ottenuti con la pole position), sempre terzo Sam Bird a 61, con Buemi che recupera qualcosa sui primi ed è quarto a 52 punti. Nella classifica team, Techeetah è a ancora leader a quota 99 punti, davanti Mahindra (90) e Jaguar, che con 74 punti sopravanza la DS Virgin, ferma a 70.

Articolo precedenteELEZIONI 2018, AFFLUENZA ORE 12. PRIMA RILEVAZIONE. AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE
Articolo successivoELEZIONI 2018, AFFLUENZA ORE 19. SECONDA RILEVAZIONE. AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE