Home Attualità Mobilità Foligno (Pg), presentato l’impianto fotovoltaico dell’officina Manutenzione di Trenitalia

Foligno (Pg), presentato l’impianto fotovoltaico dell’officina Manutenzione di Trenitalia

Foligno (Pg), presentato l’impianto fotovoltaico dell’officina Manutenzione di Trenitalia

L’ assessore regionale Enrico Melasecche: “Si guarda al futuro, impegno certezze e risultati importanti per Foligno e l’Umbria intera”

 

È stato presentato questa mattina l’impianto fotovoltaico dell’Officina Manutenzione Ciclica Locomotive (Omcl) di Foligno (Pg), stabilimento industriale di Trenitalia per la manutenzione delle locomotive elettriche e dei convogli elettrici leggeri.

L’impianto produrrà 1400MWh, riducendo l’immissione annua in atmosfera di circa 800 tonnellate di CO2.

Alla presentazione hanno partecipato, tra gli altri il direttore della Direzione Tecnica Trenitalia, Marco Caposciutti, l’Assessore Regionale ai Trasporti, Enrico Melasecche e il Sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini.

Il commento dell’assessore regionale Enrico Melasecche:

“Questa struttura gloriosa guarda al futuro ed è bello constatare la passione, la voglia di investire, di tenere alto il nome di Foligno e dell’Umbria”.

“Mi sono personalmente impegnato – ha ricordato Melaseccheinterloquendo con il direttore Caposciutti e con l’amministratore delegato Corradi, affinché per l’OMCL si ottenessero le necessarie certezze su investimenti e assunzioni che due anni fa non c’erano. Oggi siamo qui a toccare con mano, con grande concretezza, l’Italia che funziona, che crede nelle proprie capacità e continua ad investire”.

“Ringraziamo Trenitalia e l’intero Gruppo – ha aggiunto l’assessore con cui abbiamo concordato un piano di interventi che sta dando risultati importanti.

Uno dei punti fondamentali è che proprio a Foligno, e non in un’altra struttura fuori regione, avverrà la manutenzione dei quattro Minuetto elettrici giacenti ad Umbertide, inutilizzati da troppi anni”.

Impegno per un’Umbria meno isolata

“La Regioneha proseguito Melasecche- sta inoltre mettendo in campo ogni azione per rompere quelle catene dell’Umbria che la vedono ancora isolata e ritardata nei collegamenti con il resto dell’Italia”.

L’assessore Melasecche ha annunciato inoltre che nei prossimi giorni:
“la Regione Umbria, in un incontro al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, discuterà dell’intero quadro ferroviario e stradale delle opere in fase di programmazione ed esecuzione con il gruppo FS Ferrovie dello Stato”.

Impianto fotovoltaico

L’impianto fotovoltaico è stato installato sulla copertura dei capannoni della torneria e sul capannone principale dello stabilimento, ha una potenza di 1076,88 kWp ed è composto da 2564 pannelli in silicio monocristallino, con una superficie utile di captazione di 5560 metri quadrati.

I pannelli sono equipaggiati con ottimizzatori in grado di assicurare un controllo su ciascun modulo, ottimizzandone la produzione ed incrementando la sicurezza e la protezione da malfunzionamenti e sovratensioni.

La notevole quantità di energia pulita prodotta dal nuovo impianto, 1400MWh all’anno, rappresenta ben il 20% del fabbisogno annuo complessivo dello stabilimento.

Il Responsabile Direzione Tecnica di Trenitalia Marco Caposciutti ha illustrato la mission green della sua azienda:

“L’autoproduzione di energia elettrica è centrale nel Piano Industriale decennale del Gruppo FS”.

“L’attività supportata da ingenti investimenti -ha aggiuntoè finalizzata a soddisfare il 40% dell’intero fabbisogno energetico del Gruppo.

In quest’ambito Trenitalia fa la sua parte tramite l’applicazione di impianti fotovoltaici sulle coperture delle circa 50 officine che la società capofila del Polo Passeggeri gestisce sul territorio nazionale, con l’obiettivo di arrivare a una produzione installata di almeno 15 MW”.

“La realizzazione di Folignoha concluso Caposciutti è una delle più grandi, in linea con la dimensione dell’officina”.

Investimento economico

L’investimento complessivo di Trenitalia per la realizzazione dell’impianto e degli interventi accessori è stato di 2,2 milioni di euro.