AttualitàRifiuti

Discariche, Fico: “La tutela dell’ambiente impone la prevenzione e il recupero di aree territoriali dismesse”

Condividi

“La tutela dell’ambiente impone la prevenzione, il recupero di aree territoriali dismesse, il loro risanamento e una gestione all’insegna della legalità e della trasparenza”. Così il presidente Fico nel messaggio inviato alla presentazione del primo Rapporto del Commissario Straordinario per la realizzazione di tutti gli interventi necessari all’adeguamento alla vigente normativa delle discariche.

“Il documento – spiega Fico – contiene un prezioso quadro degli elementi di conoscenza e valutazione su un tema, quello delle bonifiche e discariche abusive di grandissima rilevanza”.

“Sappiamo che il nostro Paese è stato ed è tuttora oggetto di procedure d’infrazione avviate dalla Commissione europea per mancati o non adeguati recepimenti delle direttive sui rifiuti, sui rifiuti pericolosi o sulla regolarizzazione delle discariche. Procedure che possono portare anche a pesanti conseguenze di carattere finanziario, come avvenuto nel 2014”.

Plastica, Coca Cola campione del mondo di inquinamento per il quarto anno consecutivo

“È poi a tutti nota la gravissima situazione di rischio ambientale e sanitario determinata, in alcune aree del nostro Paese, dalla presenza di siti abusivi, o comunque non conformi, contenenti rifiuti pericolosi o speciali – aggiunge il Presidente della Camera – siti la cui bonifica è urgente affinché siano assicurati i diritti e le esigenze minime di benessere, equità e sostenibilità”.

Per Fico, la tutela dell’ambiente impone la prevenzione, il recupero di aree territoriali dismesse, il loro risanamento e una gestione all’insegna della legalità e della trasparenza”.

“Come si evince dal titolo del Rapporto il processo di adeguamento delle discariche presenti sul territorio, avviato con la costituzione nel 2017 del Commissario Straordinario – prosegue poi – è molto complesso. Molti passi sono stati già compiuti, anche attraverso numerosi e non sempre coerenti ed organici interventi normativi, che hanno prodotto risultati significativi come la nascita delle Anagrafi Regionali”.

“Molto altro resta da fare, in particolare per superare le varie criticità, che hanno rallentato i singole procedimenti. Certamente è molto apprezzabile l’attività sinora svolta dalla struttura commissariale dell’attività di prevenzione e contrasto all’illegalità”.

Clima, nonostante le promesse la Cina inquina più di USA, Russia, Giappone e India messe insieme

Per il Presidente Fico, “i protocolli stipulati con il Ministero degli Interni e con la Direzione Nazionale Antimafia, hanno infatti consentito un impegno efficace e concreto contro le infiltrazioni criminali, fortemente presenti nel settore. Ribadisco l’impegno del Parlamento a creare, anche attraverso opportuni interventi legislativi, le condizioni perché il percorso di bonifica prosegua in modo celere”.

“Al tempo stesso, è doveroso sottolineare come la soluzione effettiva del problema delle discariche passi attraverso un ripensamento radicale della logica del ciclo dei rifiuti secondo i principi dell’economia circolare”.

“Occorre – conclude Fico – una progettazione eco-compatibile dei prodotti e che sappia riutilizzare, aggiustare, rinnovare e riciclare i materiali prodotti esistenti, trasformando anche i rifiuti in una risorsa. Si tratta di obiettivi perseguibili nell’ambito della transizione verso un modello di sviluppo sostenibile. E in tal senso, s’inserisce anche l’introduzione tra i principi costituzionali della tutela dell’ambiente”.

(Visited 22 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago