Festa della Befana Piazza Navona, Assessora Lucarelli: “Largo a donne e giovani”

90
0

“Siamo contenti di riconsegnare la Festa alle bambine e ai bambini e ai cittadini romani ma anche agli operatori”, assessora Lucarelli.

Dopo due anni di stop dovuto alla pandemia, torna la Festa della Befana a piazza Navona. L’edizione 2022-2023 promette di rilanciare una festa che negli ultimi anni aveva visto sempre meno commercianti partecipare, sono 22 le postazioni rimaste vuote nell’ultima edizione, che adesso Roma Capitale mette a bando.

Il Campidoglio punta ad aumentare il numero di artigiani presenti cercando di favorire, tramite punteggio assegnato, giovani, donne e prodotti alimentari tradizionali. Tali regole, afferma l’assessora Lucarelli, eviteranno che un numero ristretto di operatori monopolizzi di fatto la Festa, come avvenuto in passato.

Monica Lucarelli, assessora Attività Produttive e Pari Opportunità Roma Capitale dichiara ai microfoni di Teleambiente: “Siamo molto contenti con l’apertura del bando per l’assegnazione delle postazioni che in passato erano rimaste vuote di riconsegnare la Festa alle bambine e ai bambini e ai cittadini romani ma anche agli operatori. Era importante che come amministrazione su questo lavorassimo e ci impegnassimo d’altronde era stato uno degli impegni presi appena insediati lo scorso anno. È un bando che prevede punteggi in più per artigiani, ci teniamo molto a portare in piazza prodotti della tradizione enogastronomica della nostra Regione e della nostra città, ma anche punteggi in più per imprenditori under 35 e donne, una delle mie deleghe è alle pari Opportunità e quindi per me è importante far sì che le donne o le giovani donne possano avere spazi anche in questo tipo di attività.”

E aggiunge sulla possibilità che in futuro la Festa possa essere più sostenibile: “Sì certamente. Vedremo se nel corso dei prossimi anni ciò sarà possibile, ricordiamoci che siamo in una piazza monumentale e quindi ogni tipo di intervento deve essere coordinato con le Soprintendenze, però, sicuramente, questo è uno dei nostri obiettivi per i prossimi anni.”

Articolo precedenteDiscarica Albano, Garofolo: “Deve chiudere, riscontrata presenza di idrocarburi cancerogeni”
Articolo successivoA Golfo Aranci arriva Seaty, una città sommersa per studiare il Mediterraneo