AttualitàCultura

FARI, CASTELLI E TORRI, I GIOIELLI DELLO STATO AI PRIVATI. ECCO IL BANDO 2017

Condividi

Di Mariaelena Leggieri. Fari, castelli e torri. Parte il terzo bando del progetto Valore Paese-Fari 2017, un’iniziativa promossa dall’agenzia del Demanio e dal Ministero della Difesa per ridare vita a immobili in disuso.  L’obiettivo è quello di riqualificare e ristrutturare 17 tra torri,fari e castelli, veri e propri gioielli del mare presenti sul nostro territorio.

L’edizione di quest’anno, che si chiuderà il 29 dicembre, prevede l’assegnazione degli immobili a privati per un affitto non superiore a 50 anni.

Si è deciso di valorizzare gli immobili mettendoli a disposizione della collettività, o assegnandoli ad enti locali,  per una valorizzazione vera e propria, come nel caso del programma Fari. Posti bellissimi ma isolati così da farli diventare luoghi di ritrovo”, racconta il sottosegretario all’Economia Pierpaolo Baretta alla presentazione del bando sulla nave scuola Amerigo Vespucci.

Si tratta in complessivamente di otto fari in gestione a Difesa Servizi e altri nove all’Agenzia del Demanio.

Ecco l’elenco (scaricalo da questo link Valore Paese-Fari):

8 fari in gestione a Difesa Servizi: in Toscana a Porto Santo Stefano il Faro di Punta Lividonia, in Calabria il Faro di Punta Stilo, vicino Reggio Calabria, il Faro di Punta Alice, vicino Crotone e il Faro di Capo Rizzuto a Isola di Capo Rizzuto. In Sicilia ci sono il Faro Dromo Caderini a Siracusa, il Faro di Punta Marsala sull’isola di Favignana, il Faro di Capo d’Orlando a Messina e il Faro di Punta Omo Morto a Ustica;

– altri 9 beni di varia tipologia, in gestione all’Agenzia del Demanio: nella Laguna di Venezia si trovano l’isola di San Secondo e l’Ottagono di Cà Roman, in Liguria a Camogli il Faro Semaforo Nuovo, sul promontorio di Ancona il Faro del Colle dei Cappuccini, in Puglia la Torre Monte Pucci a Peschici e la Torre d’Ayala a Taranto. Mentre in Calabria la Torre Cupo di Corigliano Calabro, il Faro di Riposto vicino Catania e il Faro di Capo Santa Croce.

In questi edifici, dati in concessione fino a 50 anni, sarà possibile realizzare una serie di iniziative per valorizzare il territorio e ad incrementare il turismo, riqualificando così posti abbandonati o in disuso, posti nascosti e di straordinaria bellezza che meritano di essere riportati alla luce.

Per chi volesse partecipare al bando qui il Bando Valore Paese-Fari 2017.

(Visited 407 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago