Roma

Extinction Rebellion, il flash mob per l’ambiente a Piazza di Spagna VIDEO

Condividi

Attivisti ‘morti’ per l’ambiente a Piazza di Spagna, Roma. Il flash mob del movimento Extinction Rebellion Italia, una manifestazione promossa da diversi Paesi europei.

Si chiama “Die-In” e si tratta di una finta morte. Questo è il flash mob organizzato dagli attivisti di Extinction Rebellion a Roma sulle scalinate di Piazza di Spagna. Una manifestazione promossa da diversi Paesi europei, tra cui Berlino e Parigi.

Londra bloccata dagli ambientalisti di Extinction Rebellion VIDEO

“Abbiamo scelto una location iconica che facesse capire che eravamo a Roma, visto che si tratta di un appuntamento internazionale, dove tutti contemporaneamente hanno aderito. – spiegano gli attivisti – Il senso di un ‘die-in’ è simulare una morte che è quella dell’estinzione delle specie che avverrà prossimamente se appunto non vengono prese quelle misure che noi chiediamo urgentemente per arrestare il cambiamento climatico“.

Clima, ambientalisti nudi in Parlamento contro il cambiamento climatico. VIDEO

Chi sono gli attivisti del movimento Extinction Rebellion?

Nell’ultima settimana gli attivisti di Extinction Rebellion, abbreviato in XR, hanno manifestato e continuano a manifestare, in migliaia a Londra, paralizzando la City. Cortei e sit-in per portare l’attenzione sul problema della distruzione del pianeta e per denunciare l’inerzia dei governanti riguardo i cambiamenti climatici. Slogan come: “Non c’è un piano B“, “Salvare la Terra ora“, “Questa è un’emergenza” sui loro striscioni.

Extinction Rebellion, ecco chi sono gli ambientalisti che stanno bloccando Londra

(Visited 211 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago