Expo2030, Gualtieri a Dubai per la candidatura della capitale all’esposizione universale

“Sono entusiasta di poter presentare la candidatura di Roma ad un evento così stimolante come l’esposizione Universale”. Con queste parole il sindaco Roberto Gualtieri espone le motivazioni che fanno di Roma la candidata ideale a ospitare Expo 2030.

Da Dubai, il sindaco di Roma ha presentato i 4 pilastri della candidatura italiana all’Expo2030: storia, verde, innovazione e inclusione. Al centro del progetto romano il tema della rigenerazione urbana. Se è vero che per costruire il futuro è necessario elaborare il proprio passato, Roma non può che essere fonte di ispirazione mondiale.

Roma, Virginia Raggi presidente della Commissione Speciale Expo 2030: “Una grande occasione”

La zona destinata a ospitare l’expo è stata individuata a Tor Vergata, vicino l’ateneo universitario. Una zona, promette Gualtieri, destinata a diventare un atelier in cui chiunque potrà contribuire a espandere un nuovo modello di sviluppo territoriale sostenibile. Un progetto futuristico affidato all’architetto di fama mondiale Carlo Ratti che assicura di volere fare in modo che ogni mattonella utilizzata per costruire le infrastrutture dell’esposizione possa avere un’utilità per sempre.

Gualtieri guarda oltre il 2030 e vuole gettare un ponte verso la prossima agenda 2050 dell’ONU, la rigenerazione verde diventa la possibilità di interazione tra città e ambienti naturali, al fine di ridurre le emissioni e declinare in questo modo la transizione ecologica. Grazie ai fondi in arrivo dal PNRR e alle opere già previste per il Giubileo del 2025, il sindaco conta di poter mostrare al mondo nel 2030 una città che è già stata in grado di rigenerarsi.

Expo 2030, Draghi: “Candideremo Roma”. Pecoraro Scanio: “Vittoria di tutta l’Italia”

Expo 2030, nelle intenzioni dei promotori, offrirà quindi un ambiente ideale per il prosperare di idee, non si tratterà solo di una mostra temporanea ma di un’opportunità di vera rigenerazione urbana. Roma, è questa la scommessa della capitale, è in grado di mostrare il futuro, ancora una volta, assicura Gualtieri, la città eterna sarà in grado di stupire il mondo.

Anche il ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti, Enrico Giovannini è intervenuto in collegamento con Dubai nel corso dell’evento: “Sappiamo che Roma ha scelto la sostenibilità come propulsore del suo sviluppo. Nel Pnrr gli investimenti sulla sostenibilità sono massicci e il nostro ministero ha investito 61 miliardi in questo settore, che diventano 103 insieme ad altri fondi. Il Lazio e Roma riceveranno 81 miliardi per l’attuazione del Pnrr ma anche per il Giubileo del 2025. Questo cambierà radicalmente il modo in cui la città e la Regione funzioneranno. Penso allo sviluppo delle nuove metropolitane ma anche al porto di Civitavecchia, da poco riconosciuto come parte della rete die principali porti europei, che sarà connesso attraverso la rete ferroviaria alla città e al nord italia con l’Av“.

Previous articleRussia, protestava contro la guerra in Ucraina: arrestata 80enne sopravvissuta all’assedio di Leningrado
Next articleAnimali, metà delle pinne di squalo in commercio arrivano dall’Europa