Ex Snia, il Campidoglio firma mozione per tutela

Roma, approvata la mozione per l’ampliamento del Monumento Naturale a tutto il perimetro della fabbrica Ex Snia.

L’assemblea capitolina ha approvato una mozione che impegna il sindaco Gualtieri e la sua Giunta ad attivarsi affinché la Regionale Lazio concluda l’iter per l’ampliamento del “Monumento Naturale” a tutto il perimetro della fabbrica ex Snia Viscosa nonché per l’acquisizione al demanio pubblico del lago.

La mozione, presentata da Sinistra Civica Ecologista e da Europa Verde, mira a scongiurare che sull’area non tutelata come Monumento Naturale, il 40% del totale, possa sorgere un polo logistico, come previsto da un permesso a costruire rilasciato dalla stessa Roma Capitale a novembre.

Il Lago della Ex Snia, sorto spontaneamente negli anni ’90 a seguito di lavori effettuati dalla proprietà che aveva inavvertitamente rotto una falda acquifera, oggi rappresenta un sito unico nel quadrante est per biodiversità. Un esempio di ri-naturalizzazione spontanea che adesso il Campidoglio chiede alla Regione di tutelare.

Articolo precedenteAnimali, sempre più orsi senza le dita delle zampe
Articolo successivoUmbria, startup punta al primo allevamento italiano di mosche soldato