Attualità

Europa, arriva il sorpasso: più energia dalle rinnovabili che dai combustibili fossili

Condividi

Nella prima metà del 2020 le fonti rinnovabili hanno prodotto più energia dei combustibili fossili nell’ Unione Europea, un traguardo storico.

Fonti rinnovabili, arriva il sorpasso: nella prima metà del 2020 nell’UE le fonti rinnovabili hanno prodotto più energia dei combustibili fossili: il 40% di energia green contro il 34% da carbone e company.

Un traguardo che è un punto di partenza nell’Europa che guarda al Green New Deal come obiettivo da raggiungere assolutamente. Nell’anno trascorso le cifre fotografano un calo record nella produzione di carbone, pari al 24%.

Europa, mille miliardi di euro fino al 2030: ecco il nuovo Green Deal

Il carbone attualmente è a metà livello rispetto al suo picco di utilizzo, registrato nel 2007, e ormai rappresenta solo il 14% del mix energetico.

Nei 27 paesi membri le emissioni di CO2 sono diminuite per effetto del calo delle emissioni nel settore energetico dell’UE: il ribasso, il più grande di questo secolo, è conseguenza dell’inversione di tendenza sul carbone.

Tutti e cinque i paesi che non hanno un piano di chiusura chiaro per i loro impianti si trovano nell’Europa centrale e Orientale, secondo Energy Aspects.Secondo la società di consulenza, la dipendenza dal carbone della Polonia causerà una serie di rimostranze che metteranno a dura prova il blocco europeo.

Recovery Fund, quanti dei 209 miliardi l’Italia spenderà nel Green New Deal

L’Italia si prepara ad archiviare il 2019 con un calo delle emissioni di gas serra dell1% circa, soprattutto grazie a un ricorso minore al carbone nelle centrali elettriche, sostituito dalle centrali più efficienti a metano.

Per quanto riguarda gli altri paesi, in Spagna la produzione di carbone è diminuita del 58% nei primi 6 mesi dell’anno, anche prima che la metà degli impianti rimanenti chiudesse a giugno, non essendo più conformi alle norme UE sulle emissioni.

Europa, Ursula Von der Leyen: “Il nostro Green Deal salverà il pianeta”

In Portogallo, la produzione di carbone è diminuita del 95% nella prima metà del 2020, mentre in Germania è scesa del 39%, portandola per la prima volta al di sotto della Polonia, che ora produce tanta elettricità dal carbone quanta ne producono gli altri 25 stati dell’UE messi insieme.

Paesi Bassi, Austria e Francia hanno registrato riduzioni di oltre il 50%. Svezia e Austria hanno chiuso i loro ultimi impianti a marzo.

 

 

(Visited 271 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago