Le ultimi immagini riprese dal satellite Sentinel 5 mostrano la nube di SO2 del parossismo dell’Etna della settimana scorsa viaggiare verso l‘estremo oriente mentre quella del 7 marzo si è appena allontanata dalla Sicilia.

 

La nube di anidride solforosa dell’Etna giunge persino nel cielo sopra la Cina. In una immagine del satellite Sentinel 5, spiega l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, così come è stata ripresa dalla Adam Platform, si vede la nube di SO2, anidride solforosa, appunto, gas incolore di odore pungente, il biossido di zolfo.

Etna, le immagini spettacolari della lava che scoglie la neve

La cenere, fuoriuscita dal vulcano per la sua attività molto intensa, non ha ricoperto Catania e provincia, ma ha raggiunto la Cina. E’ quella del parossismo del 4 marzo e poi del 7 marzo, appena ‘partita’ dalla Sicilia, dopo il decimo evento della sequenza iniziata il 16 febbraio. 

Etna, una nuova eruzione: strade impraticabili per pioggia vulcanica e lapilli VIDEO

L’eruzione del 7 marzo ha provocato la ricaduta di cenere e lapilli sui Milo, Fornazzo, Trepunti, Giarre, Macchia di Giarre, Mascali, Riposto e Torre Archirafi.

Articolo precedenteBrunetta “Presto concorsi pubblici online in luoghi istituzionali”
Articolo successivoCoronavirus, 19.749 nuovi casi e 376 decessi in 24 ore