A causa della siccità e del Po in secca, alcuni pescatori di Borgo Virgilio, nel Mantovano, si erano trovati davanti una bomba della seconda guerra mondiale. Ecco il video della detonazione controllata 

È esplosa in maniera controllata e sicura la bomba risalente alla seconda guerra mondiale che un gruppo di pescatori aveva trovato qualche giorno fa nel Po in secca a Borgoforte, nel mantovano.

L’ordigno era rimasto sul letto del Grande Fiume per diversi decenni fino a quando è tornato visibile a causa della siccità che sta colpendo ormai da sette mesi tutto il nord Italia.

Per permettere lo spostamento della bomba e la sua esplosione controllata, gli uomini e le donne dell’esercito hanno dovuto evacuare tutti gli abitanti dei comuni di Borgo Virgilio e Motteggiana.

All’ordigno è stata prima tolta la spoletta. Poi la bomba è stata caricata su un mezzo militare e trasportata in una cava a 45 chilometri di distanza, dove è stata fatta detonare.

Si tratta dell’ennesimo ritrovamento sul letto del fiume Po da quando è cominciata l’ondata di siccità lo scorso inverno.

L’ennesimo avvertimento che la bomba climatica sta per esplodere ma in questo caso non saremo in grado di controllare la detonazione.

Articolo precedenteAgricoltura, record storico per le coltivazioni bio – Agrifood Magazine
Articolo successivoBalena nella Senna, corsa contro il tempo per salvarla. Il video