Erosione della costa, in pericolo 1500 km di spiagge in Italia

190
0

Le spiagge italiane rischiano di scomparire perché mangiate dal mare. Il fenomeno dell’erosione della costa riguarda le spiagge di tutta la Penisola. Il geologo Domenico Calcaterra a TeleAmbiente: “Colpa dei cambiamenti climatici e dell’azione dell’essere umano”. 

Il fenomeno dell’erosione della costa è un problema che riguarda l’intera Penisola, seppur con diversi gradi di intensità.

Al Sud più che al Nord, le spiagge italiane stanno scomparendo mangiate dal mare. L’azione corrosiva del mare mette in pericolo centinaia di infrastrutture che nascono lungo le coste e che ora si trovano pericolosamente esposte.

Allarme della FAO: c’è troppa plastica nella filiera agroalimentare – Agrifood Magazine

Un ruolo nel fenomeno dell’erosione della costa è giocato sicuramente dai cambiamenti climatici in corso. Ma ad aggravare il problema negli ultimi anni ci si è messo l’essere umano e i suoi interventi lungo le coste e i fiumi.

Domenico Calcaterra, professore di Geologia Applicata presso l’Università Federico II di Napoli, ha spiegato A TeleAmbiente che sono due i fattori causali relativi all’intervento umano. Da una parte i lavori per la realizzazione di dighe o traverse, dall’altra il prelievo di inerti lungo i fiumi”.

Il primo hotel a spreco zero con 700 finestre: ecco dove si trova

Articolo precedente“Per i pesci rossi vivere nelle bocce di vetro è una tortura” e un’azienda smette di produrle
Articolo successivoSanremo, Greenpeace contro Eni: “Industria di combustibili come sponsor? È greenwashing”