Riciclo e Riuso

Equo Straws, le cannucce biodegradibili che aiutano gli agricoltori locali

Condividi

Quattro tipologie differenti di cannucce biodegradabili. Il progetto Equo Straws lanciato su Kickstarter offre un’alternativa, non solo economica e a zero impatto ambientale, ma anche per offire supporto alle aziende agricole locali.

Sfruttando la natura grezza per sostituire la plastica monouso, Equo Straws ha lanciato una cannuccia biodegradabile e compostabile al 100% utilizzando ingredienti naturali provenienti da comunità agricole locali. Presentato il 18 maggio sulla piattaforma Kickstarter, il progetto raggiungerà l’obiettivo di finanziamento entro 30 giorni e intendono produrre quattro gusti di cannucce ecologiche.

L’idea di Marina Tran-Vu, cofondatrice e direttrice generale di Equo, che in precedenza aveva lavorato nella gestione del marchio per aziende di beni di consumo come Unilever, LG e Bacardi, è nata mentre lavorava per sostenere la crescita economica locale nella città natale dei suoi genitori in Vietnam e pensando a sua nipote: “Viaggiare per il mondo e vedere l’enorme quantità di plastica nelle foreste, negli oceani e nelle spiagge mi spezza il cuore. Voglio davvero che le generazioni future abbiano la possibilità di sperimentare una Terra migliore. Inoltre, dopo essere tornata in Vietnam, volevo creare posti di lavoro per le comunità agricole locali e dare loro un reddito costante ”. I prodotti provengono da regioni che supportano iniziative agricole locali in Vietnam e nel Sud est asiatico.

Plastic free, arrivano le cannucce in legno biodegradabili

La linea di prodotti multicolori Equo Straws comprende quattro scelte:

  1. Cannucce di cocco – Realizzate con acqua di cocco fermentata;
  2. Cannucce di riso – A base di riso e amido di tapioca e disponibili in colori naturali a base vegetale tra cui bianco, verde, rosa, blu, giallo (dopo l’uso possono essere cotte e mangiate);
  3. Cannucce di erba secca – Realizzate con erba a forma di tubo naturale e disponibili in verde;
  4. Cannucce di canna da zucchero – Realizzate in canna da zucchero, con un leggero aroma dolce, e disponibili in una varietà di formati (compresi formati di grandi dimensioni per bevande speciali / bubble tea).

“È noto che le cannucce di plastica sono dannose per l’ambiente, ne vengono usate 500 milioni ogni giorno in America, finendo negli oceani dove inquinano l’acqua e uccidono la vita marina. – ha dichiarato Marina Tran-VuSebbene esistano alcune alternative di plastica e carta sul mercato, la maggior parte sono dannose per l’ambiente a causa dell’impronta di carbonio che producono nella produzione e nello smaltimento, e non eravamo soddisfatti della qualità e della durata di quelle in carta“.

Cannucce e posate dagli scarti dell’avocado. Bioplastica sostenibile VIDEO

Oltre al loro impatto ecologico positivo, Tran-Vu afferma di voler garantire un prezzo competitivo per offrire ai consumatori un’alternativa economica alle cannucce dannose per l’ambiente.

Nel complesso, vogliamo assicurarci che se offriamo un’alternativa alla carta e / o alla plastica sia realistico sia in termini di costi che di fornitura. Non vogliamo che il costo sia il motivo principale per cui le persone non possono selezionare un’alternativa migliore“.

Cannucce naturali dal Vietnam. Via l’usa e getta, arriva l’eco-sostenibilità VIDEO

I pre-ordini su Kickstarter hanno un prezzo di $ 21 per due confezioni da 50 cannucce ciascuno. Il nome del prodotto è stato creato combinando le parole “ECO”, che significa non dannoso per l’ambiente, e “STATUS QUO“, che significa uno stato o una condizione esistente, quindi “EQUO” rappresenta l’ideale per creare prodotti funzionali con un impatto minimo all’ambiente.

Alcune persone semplicemente non hanno la scelta di non usare le cannucce per motivi medici o altro. Qualunque sia la ragione, vogliamo che le persone abbiano la libertà di scelta offrendo opzioni più rispettose dell’ambiente“.

 

(Visited 12 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago