AttualitàEconomiaScienza e Tecnologia

Energia, cresce l’attrattività dell’Italia per le rinnovabili

Condividi

Energia, cresce ancora l’attrattività dell’Italia per le rinnovabili. Rispetto a maggio, il nostro Paese guadagna due posizioni nella classifica globale EY.

Energia, continua a crescere l’attrattività dell’Italia per le rinnovabili. Rispetto a maggio, il nostro Paese guadagna due posizioni, salendo dal 15º al 13º posto nella classifica globale EY. Secondo l’EY Renewable Energy Country Attractiveness Index, l’Italia continua ad essere sempre più attrattiva per investimenti e opportunità di sviluppo nel settore.

Happy Planet, la guida ai grandi temi dell’ambiente. Il Prof. Fiorani a TeleAmbiente: “Ecco come possiamo salvare la Terra”

L’impatto della pandemia sull’economia mondiale sta innescando un’accelerazione verso l’obiettivo di emissioni zero, riorientando gli investimenti” – spiega Giacomo Chiavari, EY Europe West Strategy and Transaction Energy Leader – “Le energie rinnovabili assumono un ruolo determinante per raggiungere l’obiettivo europeo di neutralità climatica entro il 2050“.

Ursula von der Leyen: “Il futuro dell’Ue è nelle rinnovabili, non nel gas”

Nell’ambito delle rinnovabili, l’idrogeno verde rappresenta una leva fondamentale per contribuire a soddisfare gli ambiziosi obiettivi sostenibili di zero emissioni. Secondo le stime EY, per la produzione di idrogeno nel mondo si raggiungerà circa 140 GW1 di capacità installata entro il 2030.

(Visited 25 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago