La Regione Lazio ha approvato la creazione di una cabina di regia per dirigere lo sviluppo delle tecnologie ad idrogeno, grazie alla mozione proposta dal portavoce al consiglio regionale del M5S Devid Porrello, che ha spiegato in un seguito webinair sulla sua pagina  Facebook tutte le opportunità che questo nuovo sistema energetico pulito offre.


Lo scorso giovedì è andata in onda sulla pagina Facebook del portavoce al consiglio regionale del M5S Devid Porrello un particolare evento web, un webinair seguitissimo con argomento l’energia ad idrogeno pulito.

 

L’evento web, dal titolo “Idrogeno nella Regione Lazio, sviluppo e opportunità” ha visto la partecipazione di scienziati, ingegneri e membri del consiglio regionale e della Camera dei Deputati, e si è svolto pochi giorno dopo l’approvazione della Regione per la creazione di una cabina di regia per dirigere lo sviluppo delle tecnologie ad idrogeno.

Energia, iniziata la costruzione in Spagna della più grande centrale ad idrogeno in Europa

La mozione, proposta da Porrello stesso, che ha anche organizzato l’evento web, impegna ” la Giunta a dare seguito alla proposta sviluppata negli scorsi mesi con il contributo di esperti e professionisti di questo vettore energetico che sarà la base del futuro sostenibile di mobilità e trasporti.”

Una splendida notizia: il #Lazio avrà una cabina di regia per dirigere lo sviluppo delle #tecnologie ad #idrogeno. Il …

Pubblicato da Devid Porrello su Giovedì 10 settembre 2020

 

L’importanza di una gestione coerente è stata riconosciuta sia dai colleghi che l’hanno votata oggi che da quelli che in queste settimane hanno sottoscritto la mia mozione,” spiega Porrello. “Ma c’è ancora tanto lavoro da svolgere per poter far cogliere questa opportunità alla nostra regione.”

La sfida è rendere il Lazio la culla dell’idrogeno, un obiettivo a disposizione delle sue risorse e competenze, tanto imprenditoriali quanto accademiche.

Transizione energetica e idrogeno rinnovabili VIDEO

L’occasione è la nascita della ‘Alleanza Europea per l’Idrogeno Pulito’, che riunisce istituzioni nazionali e regionali, esponenti della società civile, rappresentanti della Banca Europea per gli investimenti e attori dell’economia dell’idrogeno. Nelle stime dell’Alleanza ci sono 430 miliardi di investimenti da realizzare nei prossimi anni, risorse che produrranno un ritorno in termini di occupazione ed un rilancio globale dell’economia.


Un’occasione per la Regione Lazio che, come spiega Porrello, “ha le risorse, le competenze e la necessità di intraprendere nel migliore dei modi la riconversione del proprio modello energetico e che ci sono sul territorio realtà, come la centrale di Torrevaldaliga, che dovranno obbligatoriamente abbandonare le attuali tecnologie.”

Articolo precedenteEmissioni CO2, Von Der Layen: “Ridurre almeno del 55% entro il 2030”
Articolo successivoAmazzonia, l’ultima di Bolsonaro: “Il mondo dovrebbe ringraziarmi”