Home Attualità Politica Energia, Ursula von der Leyen: “Sì a taglio consumi famiglie ma anche...

Energia, Ursula von der Leyen: “Sì a taglio consumi famiglie ma anche a extraprofitti imprese” – LIVE

Ursula von der leyen

La presidente della commissione europea Ursula von der Leyen ha deciso di attendere il discorso sullo Stato dell’Unione di oggi per presentare al Parlamento europeo e ai cittadini il piano di tagli ai consumi deciso ieri dal collegio dei commissari. Sarà l’occasione per ribadire gli obiettivi dell’Unione europea anche su economia e ambiente

10:03 È durato un’ora esatta il discorso sullo stato dell’unione della presidente della commissione europea Ursula von der Leyen. Un discorso chiuso con un riferimento alla guerra in Ucraina così come era stato aperto, salutando due donne polacche che nei primi giorni della guerra si sono adoperate per aiutare i profughi ucraini in arrivo nel loro Paese.

10:00 “Le nuove generazioni sono fenomenali: sognatori ma anche pratici. Ogni nostra azione dovrebbe avere come obiettivo quello di non far danno alle nuove generazioni. Oggi dovremmo scrivere la solidarietà tra le generazioni nei nostri trattati europei”, ha detto von der Leyen.

09:55 “La democrazia non è uscita di moda ma deve aggiornarsi per migliorare la vita della gente”, Ursula von der Leyen cita David Sassoli durante la plenaria dell’Europarlamento che aveva presieduto fino alla sua morte.

09:45 “La Regina Elisabetta è stata una leggenda. Ha sempre trovato le parole giuste per ogni istante. Ha parlato non solo al cuore della sua nazione ma a tutto il mondo”, ha detto von der Leyen parlando della morte della monarca del Regno Unito.

09:43 L’Europa avrà una legge europea sulle materie prime come litio e terre rare. Su questo – ha detto von der Leyen – dobbiamo evitare la dipendenza dalla Cina come oggi è per il gas e il petrolio.

09:31 “Tutti abbiamo visto questa estate i fiumi secchi, la siccità estrema e i ghiacciai che si scioglievano”, ha detto von der Leyen. “I ghiacciai europei si stanno sciogliendo a velocità mai vista prima per questo dobbiamo lavorare per un adattamento climatico. L’Unione spingerà per un accordo a favore della natura alla Conferenza sulla biodiversità a Montreal e faremo lo stesso alla Cop27 in Egitto”. Non solo, la presidente della commissione ha annunciato che l’Unione intende essere meglio equipaggiata per combattere le conseguenze del cambiamento clima. “Nessun paese può farlo da solo. Per questo l’Unione intende acquistare nuovi mezzi aerei per combattere gli incendi che sempre più spesso si presenteranno nei prossimi anni”.

09:26 “La strada da seguire sono le rinnovabili, non la via più veloce”. “L’idrogeno può cambiare le carte in tavola in Europa. Dobbiamo passare da mercato di nicchia a mercato di massa. Creeremo una nuova banca europea per l’idrogeno che aiuterà ad acquistare idrogeno investendo 3 miliardi di euro”. 

09:19 La guerra in Ucraina ha anche portato alla crisi energetica in corso. “Dobbiamo immagazzinare il gas. Siamo più dell’80 percento ma non basterà. Dobbiamo diversificare i fornitori,  guardando a Norvegia, Algeria, Stati Uniti e altri. Lo scorso anno il gas russo era 40%, oggi siamo al 9%. La Russia manipola il mercato dell’energia, questo mercato non funziona più”, ha detto la presidente. Noi proponiamo un massimale alle società che producono energia a basso costo perché hanno redditi supplementari che non avevano mai sognato di avere. In tempi normale il profitto è positivo ma in tempi come questi è sbagliato avere redditi straordinari e profitti eccessivi grazie a una guerra”. “Bisogna dividere il mercato del gas da quello dell’elettricità”. La presidente ha anche aperto a taglio dei consumi per le famiglie.

09:10 “Quella scatenata in Ucraina dalla Russia è anche una guerra per l’energia”, ha detto von der Leyen a Strasburgo. “Putin fallirà e l’Ucraina e l’Europa riusciranno a vincere. Oggi il coraggio ha un nome e quel nome è Ucraina. Oggi il coraggio ha un volto ed è quello delle donne e uomini ucraini che stanno resistendo all’invasione russa”. “La solidarietà europea con l’Ucraina resterà solida anche con un pacchetto di sanzioni unica. L’economia russa è quasi in brandelli. Questo è il prezzo delle scelte e del cammino di guerra e distruzione prese dal Cremlino. Le sanzioni sono qui e resteranno, questo deve essere chiaro”, ha detto von der Leyen allo Stato dell’Unione a Strasburgo.

Ursula von der Leyen ha aperto il suo annuale discorso sullo Stato dell’Unione europea dando il benvenuto alla first lady ucraina Olena Zelenska, ospite d’onore all’Europarlamento di Strasburgo. Perché le decisioni che l’Ue ha preso su energia e ambiente e che la presidente della commissione sta per annunciare agli europei sono una risposta alla guerra in corso in Ucraina.

 

Articolo precedenteElezioni, Eleonora Evi a Letta: “Il Pd abbia più rispetto degli alleati, noi avanti con le nostre idee”
Articolo successivoCon la scusa del Superbonus, salta il tetto agli stipendi dei manager: l’emendamento di Fi e il ruolo del Mef