In questo numero del Tg Ambiente, realizzato in collaborazione con Italpress: 1) Energia e Clima, a rischio gli obiettivi 2030; 2) A Vercelli il primo impianto che ricicla il legno al 100%; 3) Bosh, nel futuro c’è la transizione energetica; 4) Arriva il primo robot seme al servizio dell’ambiente

 

In questo numero del Tg Ambiente, realizzato in collaborazione con Italpress:

1) Energia e Clima, a rischio gli obiettivi 2030: Sebbene l’Unione europea abbia raggiunto gli obiettivi per il 2020 in materia di clima e di energia in parte grazie a fattori esterni, come gli effetti della pandemia di COVID-19, che hanno contribuito a ridurre le emissioni, se i progressi continueranno a questo ritmo, i target del 2030 non saranno raggiunti. È questa l’amara conclusione a cui è giunta la Corte dei Conti europea sulla capacità dell’Unione di raggiungere gli obiettivi 2030 in materia di clima e di energia: ovvero tagliare del 55% le emissioni di gas serra rispetto al 1990, tra appena 7 anni. «Ben pochi segnali indicano che le azioni intraprese per conseguire gli obiettivi per il 2030 saranno sufficienti – scrive la Corte – se quell’obiettivo sarà mancato, le conseguenze sono già state messe in luce dalla comunità scientifica: la crisi climatica supererà la soglia di guardia dei +1,5-2°C rispetto all’era industriale, con conseguenze catastrofiche e irreversibili. È dunque essenziale accelerare il passo della transizione ecologica ed avere maggiore trasparenza riguardo alla performance delle azioni attuate dall’UE e dagli Stati membri in materia di clima e di energia. Guardando al futuro, preoccupa soprattutto l’assenza di segnali che siano messi a disposizione sufficienti finanziamenti per raggiungere gli obiettivi più ambiziosi stabiliti per il 2030, «in particolare da parte del settore privato che dovrebbe contribuire in misura significativa».

2) A Vercelli il primo impianto che ricicla il legno al 100%: Un investimento da 58 milioni di euro, oltre 115mila alberi che non verranno abbattuti, 40 posti di lavoro. Sono alcuni numeri del Circular Wood, un impianto da 50mila metri quadrati realizzato da Iren in meno di due anni alle porte di Vercelli: produrrà supporti logistici da legno provenienti esclusivamente dalla raccolta differenziata.

 

3) Bosh, nel futuro c’è la transizione energetica;

 

4) Arriva il primo robot seme al servizio dell’ambiente: Ha la forma di un seme, è biodegradabile, cambia forma con l’umidità e non ha bisogno di batterie né di altre sorgenti esterne di energia. È il primo robot-seme al mondo, al servizio dell’ambiente. Il robot è stato progettato in Italia dall’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit), nell’ambito del progetto europeo I-Seed, per controllare la qualità del suolo e dell’aria per contribuire alla riforestazione. Potrà infatti essere utilizzato per controllare se nel suolo sono presenti inquinanti come il mercurio, o per misurare la qualità dell’aria, i livelli di CO2 e l’umidità. Ad ispirare i ricercatori è stata la caratteristica dei semi che, in particolari condizioni ambientali, si distaccano dalla pianta, mutano forma e penetrano nel suolo, aumentando così le probabilità di germinazione.