ClimaInquinamento

StopGlobalWarming.eu, una mobilitazione europea per tassare emissioni Co2

Condividi

Emissioni. ‘StopGlobalWarming.eu’, è il nome scelto per la campagna europea promossa dalle due realtà fondate dal Tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato: Eumans! (il movimento di cittadini europei attivo sullo sviluppo sostenibile) e Science For Democracy (l’alter ego internazionale dell’Associazione Luca Coscioni, creato con Marco Perduca e attivo sulla liberta’ di ricerca scientifica).

Si tratta di una mobilitazione europea per raccogliere un milione di firme con l’obiettivo di fermare i cambiamenti climatici, obbligando formalmente l’Ue a fissare un prezzo minimo sulle emissioni di Co2.

Obiettivo: raccogliere on line un milione di firme entro il 20 luglio.

Ecobonus e sismabonus al 110%, come funziona la norma in arrivo

“Con il prezzo del petrolio ai minimi e le pressioni per rimuovere i vincoli ambientali in nome dell’uscita dalla crisi, si rischia di tornare indietro a modelli di sviluppo disastrosi per l’ambiente – dichiara Marco Cappatol’Unione europea e gli Stati nazionali stanno per spendere migliaia di miliardi di soldi pubblici per uscire dalla crisi. Bisogna cogliere l’occasione per promuovere un modello di sviluppo sostenibile”.

Per Cappato tassare le emissioni di Co2 incentivando risparmio energetico e fonti rinnovabili è indispensabile per unire la necessità di rilancio dell’economia post-covid e la lotta al riscaldamento globale”.

Siberia, gli incendi continuano. Nicolai Lilin: “Quei 12 milioni di ettari bruciati lo scorso anno non erano la fine”

Come spiega una nota, si tratta “dell’unica iniziativa formale di raccolta firme per chiedere alla Commissione Europea di elaborare una proposta legislativa per fermare il riscaldamento globale spostando le tasse dalle persone all’ambiente, e dunque tassando le emissioni di Co2 e riducendo le tasse sul lavoro. Chi emette anidride carbonica in Europa pagherebbe un prezzo a tonnellata e il ricavato andrebbe a beneficio dei lavoratori, con una riduzione delle tasse in busta paga. In questo modo l’Unione Europea potrebbe ricavare un tesoretto di 180 miliardi di euro all’anno per ridurre la pressione fiscale sui lavoratori europei”.

“Un’idea già avanzata da 27 Premi Nobel e 5.227 scienziati – si legge ancora – che verrà discussa al raggiungimento di un milione di adesioni e considerata lo strumento più efficace per proteggere l’ambiente e combattere il ‘Climate Change’ senza abbandonare l’economia di mercato”.

Il carbone non è più un affare? Non per la Cina e l’India

StopGlobalWarming.eu’, lanciata in occasione della Giornata mondiale della Terra, ha già raccolto quasi 25.000 firme in pochi giorni, grazie anche al supporto di testimonial provenienti dal mondo della cultura e dello spettacolo: Fedez, Nina Zilli, Mara Maionchi, Neri Marcore’, Giulia Innocenzi, Cristiana Capotondi, Gabriele Muccino, Arisa, Pif e Pierluigi Pardo.

La seconda fase della campagna fa leva sulla giornata della Festa dell’Europa del 9 maggio, che coincide con il lancio, a livello globale, del video emozionale prodotto per StopGlobalWarming.eu dal collettivo di filmakers A Thing By.

(Visited 90 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago