Sono circa un milione le piante distribuite gratuitamente e messe a dimore in tutta la regione Emilia-Romagna nell’ambito del progetto “Mettiamo radici per il futuro” che mira ad arrivare a quota 4,5 milioni. 

È passato poco più di un anno da quando è partito il progetto “Mettiamo radici per il futuro” che mira a piantare in tutta l’Emilia-Romagna 4 milioni e mezzo di nuovi alberi, uno per ciascun abitante della regione. 

Poco più di 12 mesi, dunque, per giungere a quota un milione.  “Un importante traguardo – ha detto l’assessora regionale all’ambiente Irene Priolo –  ma la sfida per il nostro ambiente è ancora lunga. È una campagna ambiziosa e inclusiva e sono certa che la nostra comunità regionale ne sarà all’altezza. A breve sarà pubblicato anche un nuovo bando per la forestazione urbana, per aumentare il verde pubblico in città”. 

Nella classifica delle province che hanno ritirato (e quindi piantato) più alberi nell’ambito del progetto, al primo posto troviamo Reggio Emilia che ha superato i 182.700 esemplari, seguita da Modena con 175.700 e dal capoluogo, Bologna, con oltre 163.000 piante distribuite.

Subito dopo Parma, che sfiora i 154.000 esemplari, Forlì-Cesena con oltre 126.000, Ravenna che si attesta sui 73.700, Piacenza con 47.000, Rimini con 46.400 piante e infine Ferrara con 41.641.

Nel frattempo, in tutta la regione, nei 22 vivai accreditati, gli enti locali, le scuole, le associazioni e i singoli cittadini possono continuare, fino al 15 aprile, a ritirare gratuitamente le piante disponibili.

Clima, la crisi potrebbe mettere a rischio le Olimpiadi invernali

Articolo precedenteClima, la crisi potrebbe mettere a rischio le Olimpiadi invernali
Articolo successivoCovid, criceti risultati positivi al virus: oltre duemila animaletti saranno abbattuti